I nuovi incentivi per l'acquisto di un'auto nuova possono essere ottenuti in maniera molto semplice, ecco in quale modo

Tanto scalpore ma soprattutto tantissima attesa viene generata ogni volta per quanto riguarda le informazioni provenienti dal cosiddetto “Pianeta Rosso”. Marte è da diverso tempo oggetto di studio da parte degli esperti, i quali con più sonde starebbero cercando di capire quanti più dettagli possibili in merito a quello che potrebbe essere il prossimo pianeta ad ospitare la vita umana.

Perdendosi nei meandri delle informazioni che chiarirebbero la possibilità di abitare o meno la superficie marziana, ci sarebbero tanti altri dubbi. Questi proverrebbero dalla morfologia di Marte ma soprattutto da alcune scoperte che i rover, i robot comandati da remoto, starebbero portando a termine.

 

Marte: una porta all’interno di una parete rocciosa su Marte, cosa abbiamo visto?

Da diversi giorni si discute tantissimo in merito ai misteri che starebbe restituendo Marte dalle immagini registrate dai rover. Qualcuno avrebbe giurato di aver individuato un volto, qualcun altro un uomo sdraiato sul terreno ma secondo le ultime informazioni ci sarebbero delle evidenze in merito ad una porta.

Quest’ultima sembrerebbe essere stata scavata all’interno di una parete rocciosa, anche se non si sa da chi e in quale occasione. Le immagini parlano chiaro, nonostante ci sia da valutare la possibilità della distorsione per via dell’eccessiva distanza dalla terra. In poche parole le immagini potrebbero essere falsate in maniera non volontaria, anche se in questo caso si stenta a trovare una spiegazione visto che la porta raffigurata nelle immagini risulterebbe perfettamente o quasi squadrata.

Nel fotogramma infatti si nota quella che potrebbe essere effettivamente una porta creata da qualcuno in grado di capire cosa stesse facendo.

 

Marte e la porta: la spiegazione che sembra convincente

Durante le ultime ore però una nuova ipotesi si sarebbe fatta spazio seminando molta più convinzione. Secondo quanto riportato dagli esperti, quelli insenatura, seppur accuratamente smussata, potrebbe essere il frutto dell’erosione.

A qualcun altro sostiene in maniera abbastanza convinta che le ombre prodotte dalle rocce molto frastagliate del pianeta potrebbero andare ad alterare la percezione delle forme notate soprattutto all’interno dei fotogrammi. Troverebbero poi spazio le parole sempre più convincenti da parte della NASA, la quale avrebbe confermato la dimensione della cosiddetta porta pari a circa 30 × 45 cm. Sarebbe quindi una fessura nella roccia prodotta dall’erosione naturale.