La componente più importante all’interno di uno Smartphone e senza alcun dubbio la sua batteria, la cella energetica e infatti indispensabile per alimentare tutte le altre componenti le quali altrimenti non funzionerebbero e trasformerebbero il nostro smartphone in un costosissimo fermacarte.

Al pari della sua importanza però abbiamo anche la sua fragilità, la batteria essendo infatti composta da celle agli ioni di litio, è passibile di numerose tipologie di insulti, chimici, fisici o elettrici, che posso non è il tempo danneggiarne pesantemente la struttura portando la malfunzionamenti.

Ad influire però non sono solo questi elementi, ad influire infatti sulla vita della batteria e anche il comportamento del proprietario dello smartphone, il quale con le proprie azioni può accorciare ne pesantemente la durata di vita oppure di contro migliorarne la salute.

 

Le pratiche più dannose

Le abitudini che possono danneggiare la batteria sono davvero varie e sono soprattutto molto diffuse in tutto il pianeta, la più diffusa è senza ombra di dubbio il caricare il cellulare mentre esso è acceso, tale pratica infatti genera molto calore il quale nel tempo può ledere le celle al litio rendendole malfunzionanti, tutto ciò viene ulteriormente esacerbato se si ha l’abitudine di utilizzare una cover la quale non consentendo al cellulare di dissipare correttamente il calore non fa altro che amplificare i danni.

Un’altra abitudine diffusa si soprattutto negli ultimi anni è quella di utilizzare solo caricabatterie rapidi, l’elevato amperaggio infatti genera molto calore che può provocare gli stessi danni citati prima.

In ultimo abbiamo anche le spore lo smartphone a temperature o estremamente fredde o estremamente calde, le celle agli ioni di litio sono infatti sensibili agli shock termici e potrebbero danneggiarsi.