dvbt2L’inizio dei lavori per il passaggio al nuovo protocollo DVBT2 per il digitale terrestre si fa sempre più vicino. Il lancio del nuovo sistema è previsto per il primo di settembre di quest’anno; il completamento dei lavori invece, salvo imprevisti, dovrebbe cadere intorno alla fine del 2022. Con il passaggio al nuovo regime di trasmissione si spera di risolvere i numerosi problemi di ricezione che si sono abbattuti in molte zone d’Italia, soprattutto al sud.

Tuttavia Confindustria non sembra ancora pronta alla transizione come dimostra anche la recente lettera recapitata al Ministero per lo Sviluppo Economico e di conseguenza al Ministro Giancarlo Giorgetti. La lettere conteneva la richiesta di un rinvio dell’inizio dei lavori; richiesta che però, ad oggi, non ha ancora ricevuto risposta.

DVBT2: il nuovo digitale terrestre sbarca sul cellulare

 

Una delle caratteristiche più interessanti delle nuove frequenze trasmesse attraverso il protocollo DVBT2 riguarda la possibilità di guardare la TV sullo smartphone. Ad oggi per poter graduare i programmi della TV pubblica bisogna consumare i dati per la navigazione internet attraverso lo streaming; grazie al DVBT2 invece sarà possibile guardare la TV senza alcun consumo.

Ciò sarà possibile attraverso una speciale chiavetta che sarà in grado di sintonizzarsi alle frequenze di trasmissione per indirizzare il segnale allo smartphone. Il costo di questo piccolo, ma molto utile, apparecchio, dovrebbe essere fissato introno ai trenta euro. Una spesa che non dovrebbe risultare troppo impegnativa, specie se si considera il risparmio non indifferente in termini di Giga per la navigazione che viene garantito da questo accessorio.