Honor, Honor 50, Qualcomm, Snapdragon 778, GMS, Google

Il futuro di Honor sembra molto roseo e il brand, dopo la separazione di Huawei, si appresta a vivere dei mesi intensi caratterizzati da tante collaborazioni. Si attende con ansia il lancio dei nuovi flagship per capire la direzione che il produttore prenderà, ma è già possibile intuire qualcosa.

Infatti, nei giorni scorsi, Qualcomm ha confermato che lo Snapdragon 778G farà il proprio debutto su Honor 50. Tuttavia, non si tratta dell’unica sorpresa che il produttore cinese ha in serbo per i propri utenti.

In queste ore, l’account Twitter ufficiale di Honor Germania ha lanciato una notizia molto interessante. È arrivata la conferma che il brand tornerà ad utilizzare i Google Mobile Services sui propri device.

 

Sembra quasi certo che Honor utilizzerà i Google Mobile Services

Lo stesso Social Media Manager, rispondendo ad un utente, ha scherzato dicendo si trattava di una sorpresa che doveva rimanere segreta. Tuttavia, sembra che l’annuncio fosse più importante di quanto sembrasse e quindi il post è stato immediatamente rimosso.

Nonostante questo intoppo, sembra ormai ufficiale che Honor 50 sarà dotato dei Google Mobile Services e quindi di tutti i servizi ufficiali di Mountain View. Questa scelta permetterà al produttore di tornare competitivo nei mercati occidentali e provare a riguadagnare alcune quote di mercato.

Al momento non è chiaro se il brand manterrà l’interfaccia utente Magic UI, chiaramente basata sulla EMUI 11 di Huawei, o se invece realizzerà qualcosa di inedito. La presentazione dei nuovi flagship è attesa per i prossimi mesi, quindi non resta che attendere maggiori dettagli che non tarderanno ad arrivare.