Honor, Qualcomm, Snapdragon 778, SoC, Honor 50, Android 12, Google

Honor sarà uno tra i primi produttori ad utilizzare la piattaforma Snapdragon 778G realizzata da Qualcomm Technologies. Dopo varie indiscrezioni e anticipazioni, finalmente ecco arrivare la conferma ufficiale.

Il device che porterà al debutto il System-on-Chip sarà Honor 50, il nuovo flagship del produttore cinese. Un simile annuncio era nell’aria, dopo che entrambe le aziende avevano postato un messaggio sull’inizio di una stretta collaborazione.

George Zhao, CEO di HONOR Device Co, ha salutato l’annuncio con entusiasmo. L’amministratore, durante lo svolgimento del Qualcomm China Tech Day 2021, ha dichiarato: “Come brand tecnologico globale, HONOR ha sviluppato una forte rete di partner leader nel settore che arricchiscono la nostra catena di approvvigionamento. La partnership con Qualcomm rafforza il nostro impegno a lavorare con i leader tecnologici globali“.

 

Honor 50 utilizzerà il SoC Snapdragon 778G

L’utilizzo delle soluzioni realizzate dal chipmaker americano fa parte del processo di cambiamento messo in atto da Honor. Dopo la separazione da Huawei, il brand sta acquisendo una maggiore indipendenza e vuole sottolineare questo aspetto.

Honor infatti ha avviato una nuova brand strategy che si basa sul motto “Go Beyond”. Questa scelta punta a spingersi sempre oltre e offrire prodotti tecnologici di qualità elevata e comprovata affidabilità.

Inoltre, il Summit di Qualcomm è servito anche per anticipare alcuni dei device in arrivo. Oltre a Honor 50, il produttore cinese ha novità in serbo per la serie Magic. Il prossimo flagship infatti sarà basato sul SoC più potente realizzato del chipmaker americano. Questo permetterà di raggiungere prestazioni incredibili e aumentando le possibilità di utilizzo del device.

Al momento le informazioni ufficiali su Honor 50 e sugli altri device sono molto poche. Bisognerà attendere giugno per ottenere nuovi dettagli e magari assistere al lancio dei flagship del produttore.