bitcoinA quanto pare, Elon Musk ha perso il 24% del suo patrimonio con il crollo di Bitcoin causato da egli stesso. Di fatto, i suoi post su Twitter sono stati chiari: il CEO di Tesla non avrebbe più accettato Bitcoin a causa dell’impatto a livello ambientale. Come riportato anche da Bloomberg, Musk ha perso anche la seconda posizione come persona più ricca al mondo a causa di queste sue dichiarazioni.

Ora Elon Musk, il quale aveva raggiunto il primo posto nel Bloomberg Billionaires Index a marzo, ora ha un patrimonio netto di 160,6 miliardi di dollari, con un calo del 24% rispetto a prima. Il periodo difficile viene, come detto a prime, in seguito al crollo di Bitcoin che lui stesso ha causato, dicendo che Tesla, a differenza di qualche mese fa, non avrebbe più accettato pagamenti in Bitcoin.

 

Elon Musk fa scendere le quotazioni di Bitcoin facendo calare il suo patrimonio

Tutto questo a causa dell’impatto ambientale, andando a citare i costi energetici e quindi di inquinamento. Alcuni, tuttavia, pensano che questo abbia a che fare con le basse proiezioni di guadagni a lungo termine dell’azienda automobilistica.

In tutta questa confusione, Elon Musk ha fatto decisamente alzare il valore di Dogecoin dopo aver twittato che stava lavorando con gli sviluppatori del token per migliorarne l’efficienza delle transizioni.

Inoltre, c’è stato un altro caos quando sembrava sul punto di annunciare che Tesla avrebbe messo in vendita tutti i suoi Bitcoin, solo che poco dopo ha dichiarato che non aveva intenzione di farlo. Tuttavia, come detto prima, il CEO di SpaceX sta aiutando a sviluppare Dogecoin, andando ad investire anche grosse somme di denaro.