Airbus

L’inquinamento nel mondo sta crescendo sempre di più. Il riscaldamento globale è un serio problema e ormai alcuni esperti sostengono che siamo arrivati a un punto di non ritorno. Pochi ci hanno pensato, ma anche gli aerei, come mezzo di trasporto, inquinano e tanto. Sarà possibile avere aerei di linea a emissioni zero? Il futuro sembra rispondere proprio di sì. Airbus ci crede e sta preparando 3 concept che chiamerà ZEROe. Ecco i dettagli.

 

Il futuro è a idrogeno per Airbus ZEROe

Non saranno dei palloncini a volare, ma dei veri e propri aerei di linea. Airbus ZEROe sarà la famiglia di mezzi dedicata al trasporto passeggeri che si alimenterà a idrogeno. Il costruttore multinazionale di aeromobili con sede in Francia ha un obbiettivo. La data in programma è il 2025, anno in cui uno dei suoi modelli dovrà trasportare passeggeri in carne e ossa alimentandosi a idrogeno.

Perché tutta questa urgenza? Airbus ci vede lungo e sa che il trasporto con le ali non può più continuare a produrre così tanto inquinante. Infatti secondo quanto dichiarato dall’Agenzia Europea dell’Ambiente rispetto al treno “l’impatto delle emissioni del trasporto aereo è molto più elevato considerando il numero dei passeggeri e i chilometri percorsi. Tuttavia, la relazione evidenzia che volare non è necessariamente la scelta peggiore, viaggiare con un’automobile a benzina o diesel, soprattutto se da soli, può essere più dannoso“.

Ad ogni modo si possono azzerare le emissioni e Airbus la tecnologia la sta cercando. Anche perché, sempre secondo l’Agenzia Europea dell’Ambiente, se un’automobile produce 40 grammi di biossido di carbonio, un aereo produce circa 300 grammi di biossido di carbonio.

 

Al via i test per trovare il miglior modo di produrre energia con l’idrogeno

Airbus ha dato il via ai test per trovare il modo migliore di produrre l’energia necessaria per mantenere in volo un aereo attraverso l’idrogeno. Ovviamente è necessario che la produzione stessa di idrogeno sia a impatto zero, altrimenti ci troveremmo di fronte alla classica coperta troppo corta. In sostanza risolvi da una parte e crei un problema dall’altra.

Vedremo gli sviluppi in questi anni e come Airbus utilizzerà ogni tecnologia disponibile per raggiungere questi nobili obbiettivi. ZEROe è già una realtà, bisogna solo fare qualche ritocco.

VIAVia