Cartelle esattoriali

Sono giorni che trapelano notizie sulle possibili soluzioni contenute nel decreto Sostegni. Tra le varie possibilità per quei contribuenti in debito con il Fisco pare ne saranno approvate alcune di veramente interessanti. Infatti breve saranno introdotte una rottamazione quarter, il saldo e stralcio e la cancellazione per diverse cartelle esattoriali.

Molti però si stanno chiedendo come capire in quali delle seguenti possibilità rientrano le cartelle esattoriali in possesso e come poterne beneficiare. Ecco una guida pratica per ottenerle a seconda delle situazioni e delle circostanze.

 

Ecco la guida per procedere alla cancellazione delle cartelle esattoriali

Il sogno di ogni contribuente in debito con lo Stato è quello di poter cancellare dalla faccia della Terra le cartelle esattoriali che ha ricevuto in questi anni. Saranno felici di sapere questa bella notizia. L’obbligo di pagamento per quelle ricevute prima dell’emergenza sanitaria è stato prorogato nuovamente. In pratica dovranno essere pagate entro 60 giorni dall’ultima data indicata che è il 30 aprile 2021. Ovviamente salvo ulteriori modifiche.

Ma quali sono le cartelle esattoriali che rientrano in questo programma? Diversi atti sono compresi nella proroga. Ad esempio gli atti dell’Agenzia delle Dogane. Inoltre anche gli avvisi di accertamenti esecutivi e di enti locali. Infine saranno incluse anche ingiunzioni e cartelle di pagamento.

Inoltre le cartelle esattoriali non ancora notificate saranno inviate solo per procedere alla verifica. Questo permetterà si capire come beneficiare delle diverse possibilità messe a disposizione dal decreto Sostegni.

Comunque esistono anche alcune condizioni che prevederanno la cancellazione totale delle cartelle esattoriali. Queste rientrano in quelle che riguardano il periodo che va dall’1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2015. Ancora non si conoscono quali saranno definitivamente annullate.

Tuttavia si conosce l’importo limite di quelle che potranno essere dimenticate. Pare saranno quelle con importo massimo di 5.000 euro. La cancellazione sarà applicata automaticamente dall’Agenzia delle Entrate e il contribuente non dovrà fare nulla. Il consiglio è quello di recarsi presso il proprio consulente di fiducia e verificare quali potranno essere le cartelle esattoriali annullabili.

Infine ci sarà anche una rottamazione quarter e un saldo e stralcio che prevederanno, a seconda dei casi, agevolazioni per diverse cartelle esattoriali. Purtroppo però ancora non ci sono indicazioni chiare da poter essere menzionate in questo articolo.