Signal potrebbe non essere così conosciuto come WhatsApp (anche se di recente ha registrato un boom di download, come diretta conseguenza dell’entrata in vigore della nuova politica sulla privacy imposta dall’app di proprietà di Facebook), ma offre alcune funzionalità interessanti. Queste, insieme a delle ottime opzioni per la gestione e la protezione della privacy, rende Signal un’ottima alternativa a WhatsApp.

Signal ti permette di fare la maggior parte di ciò che ti aspetteresti da un’app di messaggistica: puoi utilizzare l’app per inviare messaggi di testo, messaggi vocali, foto, video, GIF, contatti, posizione e file, proprio come puoi fare con WhatsApp. Anche questa applicazione offre una funzionalità per inviare messaggi che si auto-distruggono dopo essere stati letti, oltre alla possibilità di programmare l’invio stabilendo una determinata ora del giorno. È anche possibile effettuare chiamate audio e video, avviare una chat di gruppo e inviare adesivi crittografati. Sì, non solo adesivi, adesivi crittografati.

Inoltre, puoi attivare o disattivare la conferma di lettura, gli indicatori di digitazione, scegliere se vuoi o meno che le chiamate appaiano nell’elenco delle chiamate recenti oppure scegliere di inoltrare tutte le chiamate tramite un server Signal per evitare di rivelare il tuo indirizzo IP. 

Signal si aggiorna e adesso assomiglia sempre di più a WhatsApp

Oltre ciò, un prossimo aggiornamento introdurrà delle funzionalità che sono state molto apprezzate dagli utenti di WhatsApp. I colleghi di Android Police sono riusciti ad individuare alcune nuove funzionalità nella più recente versione beta di Signal, tra cui gli sfondi personalizzabili e gli adesivi animati.

Saranno presenti almeno 21 nuovi sfondi di chat tra cui scegliere. Gli sfondi includono 12 colori a tinta uniti e 9 colori sfumati. Oltre alle immagini preimpostate, l’utente potrà anche scegliere una immagine dalla galleria dello smartphone.

L’aggiornamento introdurrà anche un pacchetto di adesivi Day by Day che include 24 adesivi animati. Infine, l‘utente avrà anche la possibilità di includere una nuova descrizione per il proprio profilo. Simile a WhatsApp, la descrizione può essere utilizzata per fornire informazioni di base tramite testo o emoji, e le descrizioni utilizzate in passato possono anche essere salvate, proprio come accade con WhatsApp.