Auto pericolose: come funzionano i test del programma EURO NCAP

L’acronimo Euro NCAP sta per “Europe New Car Assessment Program”, ovvero “Programma Europeo di Valutazione dei Nuovi Veicoli“. Ciò indica dunque l’organizzazione che valuta i veicoli secondo diversi criteri di sicurezza dal 1997. Ma come vengono effettuate le valutazioni e quali sono le misure con cui vengono assegnate le stelle?

Prima va fatta una precisazione: i criteri di valutazione valgono nel solo continente europeo, ma l’Euro NCAP tiene in considerazione anche i modelli provenienti da tutto il mondo. Per gli altri continenti ci sono altre organizzazioni, come per esempio IIHS negli Stati Uniti e JNCAP in Giappone.

Le caratteristiche prese in considerazione dall’organizzazione belga sono diverse e si dividono in quattro macro-categorie:

  • Sicurezza degli adulti
  • ” dei bambini
  • ” dei pedoni
  • Assistenti alla sicurezza

A sua volta, ogni categoria si divide in rami, ai quali vengono assegnati dei punteggi calcolati secondo un sistema di “valutazione generale” – nato nel 2009 – sottoforma di stelle. Il tutto ha come scopo la classificazione delle vetture in base a sicurezza e segmento a cui appartengono.

Auto pericolose: i passaggi dell’Euro NCAP

Ancor prima della valutazione attraverso le stelle, l’Euro NCAP ottiene un punteggio medio moltiplicando i risultati ottenuti con determinati coefficienti.

Ciò che più determina la valutazione a stelle è la categoria Sicurezza degli adulti, che ha diritto a un coefficiente pari al 40%. Le altre tre categorie, invece, vengono moltiplicate per un coefficiente del 20%. Nel momento in cui vengono riuniti tutti i risultati e divisi per quattro, viene rivelato il punteggio a stelle dei veicoli.

Nel caso in cui un veicolo dovesse risultare “in rosso” – estremamente negativo – non potrà ottenere le cinque stelle neanche in caso di pieni voti nelle altre categorie.