Netflix You Stranger Things e the Order

Netflix, colosso dello streaming, ha l’abilità di far appassionare i suoi abbonati a numerosi titoli alla volta, soprattutto a numerose produzioni originali. Non è infatti un mistero che gli spettatori siano sempre in cerca di novità e dettagli sulle loro serie TV preferite, ma che soprattutto siano sempre in attesa di sapere la loro data di uscita effettiva se in attesa di una stagione successiva alla prima. Attualmente in produzione vi sono veramente molti prodotti, ma tra i più richiesti non possono non mancare loro: You, Stranger Things e The Order. 

Netflix: il colosso è pronto a rivelare qualche data di uscita? Ecco cosa sappiamo su Stranger Things, You e The Order

I vari lockdown che si sono susseguiti nel mondo hanno causato non poco ritardi: al fine di prevenire il contagio di attori e staff, anche laddove la pausa non era stata resa obbligatoria dal Governo, Netflix ha deciso di non rischiare. Così facendo, come ci si può immaginare, diversi ritardi sono andati via via accumulandosi travolgendo numerose serie televisive, tra le quali quelle sopracitate.

Partendo, anzitutto, dalla più attesa ossia Stranger Things, possiamo da subito svelare che il cast è da poco tornato sul set per dare vita alla quarta stagione. Non è ancora chiaro quando questa potrà essere pubblicata, ma senza ombra di dubbio dovremo attendere il 2021 inoltrato.

Passando a You, invece, la situazione sempre migliorare: avendo intrapreso i lavori di produzione precedentemente al lockdown, le riprese non sono così lontane da essere ultimate. Ciononostante la showrunner ha svelato, insieme ad altri dettagli, che la tradizione di pubblicare la nuova stagione a dicembre quest’anno non potrà essere rispettata, dunque sarà necessario attendere i primi mesi del 2021 per poter guardare i nuovi episodi.

The Order, infine, brancola nel buio: la produzione originale è stata rinnovata per una terza stagione, ma in merito a quest’ultima le notizie sono veramente scarse. Sebbene ancora non sia confermato, pare evidente che bisognerà attendere il prossimo anno per poterla guardare.