SIMLe SIM esistono da decenni e negli anni hanno subito varie revisioni. L’unica costante dei piccoli supporti sono i numeri di telefono che identificano univocamente un utente connesso al sistema. In alcuni casi è necessario non oltrepassare il limite di tempo concesso prima della disattivazione permanente del contatto. Se negli anni hai mantenuto attivo uno di questi numeri sie a cavallo. Potresti guadagnare una autentica fortuna. Scopriamo perché.

 

SIM da tenere attive: se lo hai fatto puoi navigare nell’oro

Nano, micro, standard, eSIM. Non importa quale sia il formato della propria scheda telefonica. L’importante è il numero associato al supporto che vale più di un terno al lotto. Si entra nel merito della discussione delle Gold & Top Sim dopo l’analisi condotta da “Le Iene” per l’asta id beneficenza che ha concesso un patrimonio all’Istituto Nazionale dei Tumori. Gli operatori TIM, WindTre e Vodafone hanno compartecipato alla seduta con la vendita di alcuni supporti unici al mondo. I guadagni realizzati sono stati i seguenti:

  • 339 YYXXXXX – TIM ha devoluto 2’210 euro con questo numero.
  • 33Y XXXXXXX – TIM ha devoluto 8’600 euro con questo numero.
  • 342 XXXXXYY – Vodafone è riuscita a donare 1’920 euro con la vendita di questo numero.
  • 320 XYZYZYZ – Wind è riuscita a donare 856 euro con la vendita del numero.
  • 393 XY9XXY9 – 3 Italia ha donato 343 euro.

Se ciò vi sembra poco pensate che a seguito di una recente intervista si è scoperto che tali rendite sono soltanto il punto di inizio. Il processo di vendita è altamente volatile e dipendente dalle caratteristiche intrinseche del numero. Ed è proprio questo a fare “i numeri”.

Al di là del gioco di parole si scoprono entrate per milioni di euro da parte di società di servizi, sceicchi e personalità di alto livello disposte a tutto pur di entrare in possesso di recapiti semplici da ricordare. Se hai conservato un numero per tutto questo tempo e pensi di guadagnarci qualcosa è il momento di mettersi in gioco. Usa i forum per entrare in contatto con i collezionisti più esigenti.