Huawei, Samsung, 2020, smartphone, OPPO, Vivo, Xiaomi

La sfida al vertice tra Samsung e Huawei per il titolo di principale produttore nel settore smartphone continua da alcuni mesi. Il produttore Cinese infatti, nell’ultimo periodo è riuscito a superare il rivale coreano aggiudicandosi la leadership.

Il vantaggio di Huawei è legato principalmente alla ripresa dell’economia nel mercato Cinese dopo il lockdown subito dalla regione. Tuttavia, come abbiamo potuto vedere, i dati mostrano che Samsung sta riprendendo le quote di mercato perse, tallonando così l’attuale leader.

Nonostante il recupero di Samsung, i dati raccolti da Canalys confermano Huawei al primo posto. Il gigante cinese mantiene la prima posizione per il secondo trimestre consecutivo sottolineando le buone performance nella prima metà del 2020. 

Huawei si conferma il principale produttore di smartphone

Il risultato quindi permette a Huawei di essere il principale produttore di smartphone al mondo. I dati tengono conto dei dispositivi spediti dal produttore nonostante il BAN imposto dagli USA e le limitazione che ne conseguono.

Tra aprile e giugno 2020 il produttore ha spedito circa 55.8 milioni di device. Due terzi di questi dispositivi sono venduti in Cina, madrepatria del brand, per una quota di mercato totale del 46%. Questo valore da solo è maggiore della quota di mercato di Vivo, OPPO e Xiaomi. Anche il vantaggio rispetto a Samsung è evidente, in quanto l’azienda coreana si è fermata a 53.7 milioni.

Il successo di Huawei è assolutamente fuori discussione, nonostante il calo di vendite del 5% anno su anno, i ricavi sono aumentati del 13% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Samsung invece ha registrato un calo del 30% anno su anno, fattore che ha compromesso la leadership, almeno in questo periodo. Al momento non è chiaro se si tratta di un sorpasso definitivo o solo una combinazione di fattori vantaggiosi per il mercato cinese.