ContatoriTrovare una soluzione idonea ad abbassare i costi mensili e ridurre le bollette sembra essere di interesse diffuso, eppure in tale percorso alle volte capita che i cittadini vengano attirati da alternative poco consone e soprattutto non legali. La contraffazione dei contatori per la luce ed il gas, infatti, è tornata in luce in diverse occasioni quest’anno, dopo che più volte i soggetti sono stati colti in flagrante andando non solo ad aggravare la loro situazione, ma bensì ricorrendo anche in conseguenze penali e civili non da sottovalutare.

Contatori contraffatti: per risparmiare esistono metodi migliori

Acquistare magneti o punzonatori al fine di ridurre i consumi e, di conseguenza, contraffare i contatori non è una buona mossa, soprattutto da quando il fenomeno è diventato così frequente ed i fornitori delle utenze hanno iniziato a controllare con riguardo gli scostamenti improvvisi.

Oltre ad andare incontro a sanzioni non indifferenti, l’insicurezza del metodo dovrebbe rappresentare in primo luogo il motivo per cui evitarlo assieme, ovviamente, alla buona condotta che tutti i cittadini dovrebbero nutrire nel cuore.

Al fine di abbassare i costi mensili, ad oggi, in ogni caso, esistono numerosi metodi e soluzioni. Iniziando dai bonus previsti sia per la luce che per il gas, ogni nucleo familiare può già trarre dei vantaggi; non vanno poi ignorato i piani puntati al risparmio offerti, ad esempio, da Enel Energia o ancora tutte quelle piccole chicche che se adottate riescono a ridurre i consumi come chiudere la luce se non la si usa, evitare lo sperpero di energia e così via.

Per avere maggiori informazioni sui piani di Energia di Enel vi lasciamo il sito ufficiale.