oneweb

Si parla molto dei satelliti Starlink di SpaceX che, secondo Elon Musk, porteranno internet in qualsiasi parte del mondo ad un costo ridotto. I concorrenti, ossia OneWeb, godono di una minore risonanza mediatica, ma hanno le stesse intenzioni.

 

OneWeb: il Coronavirus ha aggravato la situazione finanziaria della società

Nonostante le intenzioni siano le stesse, la società inglese sta passando un periodo molto difficile dal punto di vista economico. Una parte del personale è stata licenziata ed è stata chiesta la protezione fallimentare appellandosi al Chapter 11 (Capitolo 11) alla Corte fallimentare degli Stati Uniti, distretto New York. OneWeb usa questi procedimenti perché ha deciso di vendere le proprie attività e spera di massimizzare il valore della società.

Secondo quanto riferito inoltre, la società non avrebbe ottenuto i fondi necessari per sostenere tutti gli investimenti. Infine c’è da specificare che il Coronavirus ha condizionato l’economia di qualsiasi impresa, aggravando ancor di più l’economia di OneWeb.

Adrian Steckel, Amministratore delegato di OneWeb, ha dichiarato: “OneWeb sta costruendo una rete di comunicazioni veramente globale per fornire banda larga a bassa latenza ad alta velocità ovunque. La nostra situazione attuale è una conseguenza dell’impatto economico della crisi COVID-19. Restiamo convinti del valore sociale ed economico della nostra missione. Oggi è un giorno difficile per noi di OneWeb. Tante persone hanno dedicato così tanta energia, impegno e passione a questa società e alla nostra missione. La nostra speranza è che questo processo ci permetta di tracciare un percorso che porta al completamento della nostra missione, basandoci sugli anni di sforzo e sui miliardi di capitale investito”.