IPTV: WhatsApp fa tornare Sky e DAZN gratis, operazione "eclissi" chiusa

L’IPTV è stato uno dei fenomeni dilaganti nel corso del 2019. Per lunghi tratti dello scorso anno Sky, DAZN e Netflix hanno dato vita ad un aspra battaglia contro la tecnologia dello streaming illegale. La battaglia delle emittenti tv a pagamento ha avuto alterne fortune. Basta pensare che lo scorso mese di maggio, stando alle ultime rilevazioni, risultavano più due milioni gli persone fidelizzate al cosiddetto pezzotto.

 

IPTV, dal 2020 no si scherza: multe pesante per tutti gli utenti

Come vi abbiamo già sottolineato in altri approfondimenti, a dar manforte al pezzotto ci sono state le conversazioni segrete prima su Telegram e poi anche su WhatsApp. Le cose però adesso stanno cambiando. Già a partire dallo scorso autunno vi è stata una stretta da parte delle forze dell’ordine con la chiusura del segnale streaming per migliaia di pezzotti.

Nel 2020 si continuerà su questa scia. Non solo l’interruzione del segnale televisivo, ma per i clienti c’è un’altra nota negativa da appuntare. Le autorità, infatti, puniranno con sanzioni salatissime tutti coloro che si avvicineranno all’IPTV. Il valore di una multa può arrivare a quota 30mila euro. 

Insomma, per il 2020 l’IPTV non sarà più un grande affare, nemmeno sotto il punto di vista economico. Per risparmiare, date le circostante, è quindi necessario attenersi a quelle che sono le offerte periodiche garantite da Sky o da altre pay tv come Netflix e DAZN.