postepayLe truffe ai danni degli utenti in possesso di una carta ricaricabile PostePay sono purtroppo veramente pericolose, ogni giorno giungono nuove segnalazioni di utenti che si ritrovano con il conto corrente svuotato, senza sapere effettivamente come sia stato possibile.

Esattamente come accade per i principali istituti di credito, anche in questo caso il problema è legato al cosiddetto phishing; il cybercriminale, perchè questi è a tutti gli effetti, provvede ad inviare un messaggio di posta elettronica fittizio con mittente (falso) l’azienda di riferimento (nel nostro caso Poste Italiane). Al suo interno si trova un testo decisamente in grado di spaventare il consumatore con frasi simili a “furto dati sensibili” o “devi riattivare l’account”, con la promessa di raggiungere l’obiettivo desiderato tramite la pressione del link mostrato effettivamente a schermo.

 

PostePay: attenzione a queste truffe

Colui che sceglierà di seguire le indicazioni, tuttavia, andrà a collegarsi ad un sito internet esterno gestito direttamente dai malviventi, anche se identico nel template e nell’estetica all’originale di PostePay. Inserendo, inoltre, i propri dati sensibili, si consegneranno gli stessi esattamente nelle loro mani, dandogli libero accesso al denaro contenuto sul conto e permettendogli di svuotarlo in pochissimi passi.

Nel momento in cui dovreste ricevere un messaggio di questo tipo non dovrete far altro che cancellare il tutto il più rapidamente possibile, senza dargli credito o seguito. Il consiglio è comunque di segnalare il tentativo di truffa a Poste Italiane, quest’ultima infatti diramerà un bollettino che segnalerà l’invio di messaggi di questo tipo, andando a mettere in allerta tutti gli altri clienti che si potrebbero trovare nella vostra stessa situazione.