xbox scarlett

Al contrario delle tonnellate d’indiscrezioni sulla nuova PS5, in questo momento c’è un’aura di misterioso silenzio sulla questione Xbox Scarlett. Infatti, se da settimane parliamo di tutti i possibili dettagli della PS5 tra rumor e conferme, dal team di sviluppo Xbox filtra l’assoluto riserbo.

Ad ogni modo, possiamo scherzosamente dirvi cosa non stanno facendo, grazie a un’intervista con un dirigente Microsoft della caratura nientemeno di Phil Spencer, capo della divisione Xbox. 

Come vicepresidente esecutivo dei giochi Microsoft, Spencer ha voluto incontrare la stampa per chiarire, in un’intervista in coabitazione con il sito di giochi Stevivor, che i progetti di sviluppo di Xbox Scarlett per ora non incontrano il settore della realtà virtuale. In pratica, Microsoft non ritiene necessario implementare tale tecnologia per la sua console di nuova generazione.

 

Nuova Xbox: le ultime novità sulla super console targata Microsoft

L’argomento di Spencer tuttavia non è completamente peregrino, poiché in effetti non esiste un vero mercato per la tecnologia. Sebbene la PSVR di PlayStation potrebbe essere l’unità VR più venduta in circolazione, Phil Spencer sostiene chenessuno sta spostando milioni per finanziare cuffie VR”.

L’idea di giocare con un’esperienza condivisibile piuttosto che “isolata”, come quella offerta dalla realtà virtuale, è una critica che la console rivale di PlayStation ha sempre sostenuto. Ma Sony ritiene che non bisogna produrre conformandosi al mercato, quanto piuttosto anticipare l’innovazione che le persone ancora non necessitano.

In conclusione, se è vero che la realtà virtuale non è un mercato ancora florido come sperato da Sony, Oculus o Valve, i produttori hardware e software sono ancora interessati allo sviluppo di applicativi per il VR.