google chrome aggiornamento

Google Chrome è uno tra i broswer in circolazione più utilizzato al mondo: nel corso degli anni sono stati numerosi gli utenti che hanno affidato le loro operazioni a questo prodotto, ma attualmente qualcosa sembra esser andato storto. Nell’ultimo periodo, infatti, numerose critiche hanno colpito il browser in merito ad un utilizzo sproporzionato della RAM, il quale ha spinto subito il team di sviluppatori a lavorare su una nuova funzione in grado di permettere agli utenti di liberare la memoria RAM.

Sebbene la funzione appena esplicata non sia ancora disponibile per tutta l’utenza, attraverso un piccolo “trucco” è possibile accedervi così in anteprima. Il metodo con cui andremo ad effettuare tale operazione è molto semplice, ma nel caso in cui non ci riuscirete non abbiate paura: a partire dalla prossima versione di Chrome la funzione diventerà un official feature e potrà essere utilizzata a proprio piacimento.

Google Chrome Alpha: ecco come utilizzare la funzione nascosta in grado di velocizzare il PC

L’utilizzo di Google Chrome ha sia dei lati positivi che negativi: proprio come ogni altro browser disponibile, quest’ultimo dovrebbe esser usato con parsimonia così da non compromettere la velocità generale del sistema. Come noto: più schede si aprono alla volta, più Chrome utilizzerà le risorse del computer tra le quali figura la memoria RAM.  Per risolvere questa problematica, quindi, il team di sviluppatori ha ideato una nuova funzione  denominata “Tab Freeze”, la quale è in grado di arrestare le schede in background impedendo a queste ultime di utilizzare RAM.

Per utilizzare la nuova funzione bisognerà digitare l’indirizzo “chrome://flags/#proactive-tab-freeze” nella propria barra degli URL. Una volta effettuata l’attivazione dell’impostazione, sarà consentito ad ogni utente impostare il risveglio delle schede aperte (in background) ogni quindici minuti e per un massimo di dieci secondi.