IPTV batte Sky ed offre gratis tanti canali ma gli utenti sono nei guai

L’IPTV è stato per lunghi tratti dello scorso anno il punto di riferimento per quelle persone che volevano avere tutti i contenuti di Sky, DAZN e Netflix senza dover pagare un regolare abbonamento. La piattaforma si basa sulla tecnologia dello streaming illegale. Il cosiddetto pezzotto ha dalla sua parte il fattore economico: con soli 10 euro si possono vedere tutti i canali pay della tv italiana.

 

L’IPTV: segnale bloccato ed intervento dell’Agenzia delle Entrate contro i clienti

Le persone che hanno scelto il sistema IPTV non hanno quasi mai considerato i possibili rischi di una tecnologia fuori legge. Gli utenti, attratti dai gruppi creati su Telegram o WhatsApp, dimenticano che il pezzetto è assolutamente illegale.

Leggi anche:  Sky, l'accordo con DAZN è ufficiale ed ora arriva anche quest'altro servizio

In occasione di questo mese di settembre è accaduto qualcosa di importante. La Guardia di Finanza, conducendo un’operazione internazionale contro i trasgressori, difatti ha bloccato il segnale in milioni di case italiane. Per di più, gli utenti colti in flagranza di reato ora rischiano delle sanzioni il cui valore può avvicinarsi a 30mila euro.

Considerati quelli che sono rischi, considerata l’affidabilità di un sistema molto carente in termini qualitativi, è bene sempre rinunciare alla tentazione dell’IPTV illegale. La migliore soluzione, per avere accesso ai contenuti televisivi di proprio gradimento, è rappresentata dalle offerte ufficiali di Sky, DAZN e Netflix.