IPTV batte Sky, Premium e DAZN con nuovi prezzi ma i rischi aumentano

L’IPTV avrà un ruolo di primaria importanza anche nella stagione televisiva e sportiva che si sta aprendo in queste settimane. L’anno scorso sono state quasi due milioni le persone che hanno scelto la tecnologia dello streaming illegale come alternativa alle principali pay tv a pagamento come Sky, DAZN e Netflix. 

Quello che è stato ribattezzato come pezzotto ha un seguito favorito da motivi economici. Al prezzo di 10 euro ogni trenta giorni gli utenti ricevono gli stessi contenuti delle televisioni a pagamento di cui sopra.

 

L’IPTV, interviene l’Agenzia delle Entrate per fermare i trasgressori

Il risparmio è notevole quindi, ma a questo risparmio devono essere contrapposti però quelli che sono i potenziali rischi di questo sistema fuori dalla legge. Quando si viene attratti ad uno dei tanti gruppi di trasmissione IPTV attraverso una chat su Telegram o su WhatsApp è necessario sapere in primis che questo tipo di tecnologia è illegale.

Leggi anche:  Sky, è ufficiale l'accordo con DAZN ma c'è un altro servizio gratis per tutti

Nel corso di questa stagione ci sarà una battaglia feroce alla tv illegale da parte della Guardia di Finanza. Le forze armate già hanno punito alcuni utenti con quella che è una multa davvero incredibile con un valore che tocca i 30mila euro. 

L’utilizzo dell’IPTV illegale configura inoltre anche un reato di tipo penale. Prima di farsi affascinare da ipotetiche idee di risparmio c’è quindi da ragionare. Per il risparmio, infatti, si può sempre contare sulle promozioni periodiche disponibili sul sito di Sky.