credito telefonico azzerato

I clienti di Wind, 3 Italia, Vodafone e Tim continuano a lottare con i famosi abbonamenti telefonici che svuotano il credito residuo telefonico; purtroppo, è difficile scappare da tali servizi e spesso non si rende conto neanche di averne attivato uno.

Secondo le analisi svolte, da diversi anni gli abbonamenti telefonici sono la causa principale se il credito residuo telefonico è azzerato o addirittura sotto zero; recentemente si attivano con un click sbagliato su una pagina web poco sicura, mentre anni fa era il consumatore che poteva scegliere di attivarne uno tramite l’invio di un SMS ad un numero specifico.

Credito residuo azzerato? Ecco di chi è la colpa

Sicuramente qualcuno si ricorderà delle pubblicità in televisione dei servizi telefonici che offrivano suonerie personalizzate, lettura dell’oroscopo giornaliero, chat private, test per scoprire l’affinità di coppia e via dicendo; tutti servizi che per essere attivati era necessario inviare un SMS con la scritta “SI” ad un numero ben specifico.

Leggi anche:  TIM ha l'arma segreta: nuova offerta da 7 euro con 50GB senza limiti

Da qualche anno invece, questi abbonamenti si sono “evoluti” dato che non è più necessario richiederli inviando un SMS perché si attivano in automatico; oramai basta un click sbagliato su un banner pubblicitario durante la navigazione oppure su una pagina web poco sicura per attivarli; non sono necessarie autorizzazioni ben precise e inoltre difficilmente la vittima è a conoscenza della loro attivazione perché non gli arriva nessun avviso.

L’unico modo per scoprire se si tratta di un abbonamento telefonico è chiamare il Servizio Clienti e ascoltare le promozioni e i servizi attivi; in alternativa, è possibile anche tramite l’applicazione ufficiale del proprio gestore telefonico; per disdirne uno invece, è necessario chiamare il Servizio Clienti e parlare con un operatore telefonico per risolvere il problema oppure recarsi nel centro Store del proprio gestore telefonico più vicino.