Molti sono i consumatori che non sono affatto contenti per l’arrivo della rete 5G che presto svilupperanno Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia sul tutto il territorio italiano; nonostante ci siano consumatori, operatori telefonici e aziende che non vedono l’ora che si sviluppi in tutta Italia, altri hanno paura del suo arrivo.

Si tratterà di una rete molto potente con innumerevoli potenzialità e che riuscirà ad offrire una velocità mai vista prima nonostante migliaia di dispositivi saranno collegati in contemporanea; quello che preoccupa maggiormente i consumatori però, sono le infrastrutture di rete che lavoreranno in continuazione e le radiazioni che rilasceranno.

A questo proposito, scienziati e aziende hanno deciso di condurre un analisi più accurata per scoprire cosa realmente succederà con il suo arrivo e se i consumatori dovranno preoccuparsi; ecco cosa hanno mostrato i risultati.

5G poco sicuro? Ecco cosa dice la scienza

Durante gli anni le analisi condotte sono numerose perché tutti quanti hanno sempre cercato di togliere qualsiasi dubbio; difatti, la Fondazione per ricerca sul Cancro (AIRC) ha scoperto che le radiazioni rilasciate dai dispositivi tecnologici non sono possibili cancerogeni perché hanno riscontrato solo una debole correlazione positiva per glioma e neurinoma dell’acustico.

Leggi anche:  Falla 4G: le conversazioni Whatsapp potrebbero essere in pericolo

Invece i recenti studi condotti sulla rete 5G e sulle infrastrutture di rete hanno rivelato che non saranno un reale pericolo per l’essere umano perché i suoi ripetitori non rilasceranno la stessa quantità di onde elettromagnetiche che rilasciano il 4G o il 3G perché saranno decisamente inferiori; insomma non resta che attendere il suo arrivo definitivo in commercio per scoprire qualche dettaglio in più.