panda-gigante-cina-riconoscimento-facciale

I panda giganti sono immediatamente riconoscibili come specie, ma i loro segni in bianco e nero uniformi li rendono piuttosto anonimi come individui. Almeno, per gli occhi umani. Non è così per l’intelligenza artificiale, in quanto i ricercatori in Cina hanno sviluppato un’app per il riconoscimento facciale con intelligenza artificiale in grado di identificare specifici panda.

L’app è disponibile presso la Base di Ricerca di Giant Panda Breeding a Chengdu, nel sud-ovest della Cina. I visitatori potranno presto utilizzarla per identificare le dozzine di panda giganti prigionieri della struttura e trovare maggiori informazioni su di loro. I creatori dell’app, inoltre, sperano che il software sia un vantaggio per gli scienziati, che possono utilizzarlo per rintracciare gli orsi in natura.

Le ricerche si stanno svolgendo in Cina

“L’app e il database ci aiuteranno a raccogliere dati più precisi e completi sulla popolazione, la distribuzione, l’età, il rapporto tra i sessi, la nascita e la morte dei panda selvatici, che vivono in montagne profonde e sono difficili da rintracciare”, ha riferito Chen Peng, un ricercatore che ha collaborato alla stesura del Giant Panda Face Recognition Using Small Database.

“Ci aiuterà sicuramente a migliorare l’efficienza e l’efficacia nella conservazione e nella gestione degli animali”, ha detto Chen. Gli sforzi di conservazione negli ultimi anni hanno stimolato la popolazione selvaggia del panda, ma il numero totale è ancora piccolo; meno di 2.000 individui, tutti trovati nelle regioni montuose della Cina. I ricercatori cercheranno anche di raccogliere più informazioni precise su alcune specie particolari di Panda.