truffe

Essere vittima di una truffa o quantomeno di un tentativo di frode è diventato sempre più frequente. Grazie alla diffusione della posta elettronica e delle informazioni degli utenti, ormai è molto facile capitare in una lista che cade nelle mani sbagliate ed è altrettanto facile cadere, a propria volta, nelle trappole.

Tra i diversi tentativi di phishing, truffe via sms e telefonate effettuate da Call center fittizi, gli utenti meno attenti vengono messi sempre in difficoltà ed in pericolo attraverso un continuo assedio che molte volte risulta essere efficace. Purtroppo, bisogna ammettere, che alcune volte l’ansia e la sorpresa giocano un brutto ruolo, soprattutto quando si ricevono chiamate inaspettate da finti doganieri o finti banchieri che sembrano conoscere tutte le vostre informazioni più personali.

Oggi, però, vi rammentiamo alcune linee guida che vi aiuteranno ad affrontare tali situazioni e soprattutto a riconoscere un tentativo di truffa in maniera istantanea.

Truffe telefoniche, via email e per sms: come dire addio a questi rischi

La prima informazione che vi diamo può essere applicata a tutte le modalità di comunicazione e riguarda sia banche che Poste Italiane: queste aziende non contattano mai per comunicare di bonifici o carte bloccate e tanto meno richiedono codici o di effettuare accessi in maniere poco convenzionali.

Leggi anche:  Canone Rai: la nuova truffa colpisce tutti gli italiani

Tutti gli istituti di credito impegnati in questo lavoro, appena scoprono un problema inerente al vostro conto, inviamo comunicazioni in cui invitano i clienti a recarsi nella propria filiale per poter indagare insieme. Cosa molto lontana da richiedere pin di sicurezza.

La seconda informazione che bisogna tenere sempre a mente è che nessuno regala mai niente, soprattutto se si parla di oggetti costosi come smartphone, televisioni o viaggi. Le email o gli sms che avvisano i clienti di fantastici premi sono sempre esche per rubare informazioni personali.

La terza informazione da tenere sempre presente, infine, riguarda i Call Center: molti operano in modalità lecite, ma molti altri cercano di effettuare attivazioni a tutti i costi. Quando ricevete una chiamata di telemarketing informatevi sempre prima ed eventualmente siate voi stessi a richiamare il servizio clienti. Così facendo avrete il tempo di leggere tutte le condizioni dei contratti con calma e a mente lucida.