boeing-incidente-737

Sui nuovi Boeing 737 Max 8 sono stati installati dei sistemi anti-stallo per bilanciare il baricentro. Sebbene però è presente da poco, ha causato ben due incidenti da Ottobre a A Marzo. Tale sistema viene definito MCAS e nonostante sia stato progettato per aumentare la sicurezza sul velivolo, in verità non ha funzionato correttamente, portando la morte a circa 400 persone.

E’ stato installato dopo che sul Boeing sono stati inseriti dei motori più grandi per ridurre i consumi. Con più test si sarebbe potuta evitare la tragedia. E’ stata rilevata un’anomalia del sistema di sicurezza, comportando la perdita del controllo per il pilota. L’aeroplano segnalava un’anomalia ai sensori del muso e un errore nel codice del sistema MCAS.

Boeing sapeva dei problemi da mesi prima dell’incidente della Lion Air

La riduzione del consumo di carburante del 13% era quello che gli ingegneri speravano di ottenere cambiando i motori dei Boeing. I sensori del muso hanno interpretato in maniera errata le condizioni ideali di volo per il velivolo.
L’azienda sapeva da molti mesi prima dell’incidente in Indonesia ad Ottobre che l’allarme nella cabina dei piloti del Boeing 737 Max 8 non funzionava come da regolamento. A dirlo è la l’agenzia Bloomberg.
Boeing ha esposto il problema soltanto dopo il primo incidente di Ottobre 2018 in Indonesia. L’incidente è infatti avvenuto dopo che uno dei sensori ha “letto” in maniera errata l’angolo di attacco del muso del velivolo, attivando perciò il sistema anti stallo.
A nulla sono serviti i disperati tentativi dei piloti per risollevare l’aereo in caduta libera.