Huawei P30 ProParte tutto dal P20 Pro che fa innamorare tutti, e dopo l’evoluzione, in modo importante, con il Mate20 Pro, quest’anno Huawei lancia il P30 Pro come top di gamma di casa cinese e culminazione del progetto P20 Pro e appunto dell’evoluzione con la linea Mate .

Infatti questo P30 Pro unisce tutto quello che vi aspettereste da uno smartphone top di gamma , a partire da un design curato , a partire dalla parte posteriore soggetta relativamente a critica, durante la presentazione ma la colorazione CrystalWhite di tipo cangiante che a seconda di come viene colpito dalla luce restituisce colorazioni che vanno dall’azzurrino al viola, conquista buona parte degli utenti.

Ma non solo, perché anche sulla parte frontale sono state mosse delle critiche , con linee già viste sul P20 Pro e riprese da anni e anni di Samsung Edge e il notch a goccia, molto piccolo che ha portato alla casa produttrice cinese sia, alla rinuncia dello sblocco facciale 3D, che alla cassa acustica.

Ebbene si i Huawei P30 Pro non hanno la cassa acustica (quella ad esempio dedicata alle chiamate cellulare), questa è stata sostituita da una tecnologia molto particolare che permette al display dello smartphone stesso di fungere da cassa acustica, si tratta della tecnologia Acoustic Display, simile a quella adottata sugli Xiaomi.

Per quanto riguarda lo schermo, scelta molto particolare da parte di Huawei, che ha dei pro e dei contro;Lo schermo è di tipo 19:9, molto stretto ed alto in risoluzione in Full HD Plus, ed è uno schermo da quasi 6 pollici e mezzo, quindi uno schermo parecchio grande rispetto al P20 Pro e anche più grande del Mate 20 Pro, quindi un unità importante dal punto di vista dimensionale basato sulla nuova tecnologia AMOLED prodotta da Huawei e per molti la migliore mai prodotta da parte di quest’ultimo.

Confortevole a livello di colori, contrasto e luminosità, siamo a livelli ben più alti rispetto a quelli del Mate 20 Pro, con l’unica aggravante che la risoluzione è un po più bassa , inevitabilmente la percezione dei dettagli cala un po ma molto relativamente se si parla di un uso durante la quotidianità, niente di così preoccupante.

Leggi anche:  Android: 5 stupidi errori da evitare con il nostro smartphone

Le prestazioni di questo nuovissimo smartphone sono garantite dall’ormai conosciuto Huawei HiSilicon Kirin 980, è la novità sono gli 8 gb di RAM, che accompagnano il P30 Pro e che gli consentono una gestione dei processi in background mai vista prima.

 

Huawei P30 Pro: il miglior smartphone del 2019

Tecnologia di connessione 4.5G , quindi verso il 5G ma non ancora, infatti questo smartphone non sarà prodotto, almeno per ora, con la compatibilità 5G.

Dal punto di vista della fotocamera, pezzo forte di questo smartphone, vi offrirà i migliori risultati che abbiate mai visto a livello fotografico da parte di uno Smartphone.

Il nostro nuovo Huawei P30 Pro mette a disposizione un sistema di fotocamere che prevede 3 sensori principali ed 1 sensore ToF (TimeOfLight) per la profondità di campo ed un misuratore per la messa a fuoco Led ed un doppio Led flash.

C’è veramente di tutto e c’è anche la fotocamera anteriore per i Selfie da addirittura 32 megapixel; Per quanto riguarda le fotocamere posteriori troviamo il grandangolare da 10 megapixel, fotocamera da 40 megapixel e la vera novità: l’ottica 5x da 8 megapixel , con Zoom ottico fino a 50 ingrandimenti senza perdita dei dettagli, tecnologia ancora poco vista sugli smartphone.

Huawei riesce a convincere con devices solidi e concreti che però da un certo punto di vista cominciano a diventare un pò poco accessibili, infatti non abbiamo parlato del prezzo, P30 Pro infatti parte da 999,90 euro dalla versione base fino alla versione da 256 gb che costa 100 euro in più. Che dire, questo nuovo device offre la migliore fotocamera in circolazione , la migliore autonomia tra i top di gamma , uno degli schermi mai visto fino ed un ottimo processore, ottenendo il titolo, forse, di miglior smartphone del 2019.