Facebook

Il fondatore ed amministratore delegato del social network Facebook, Mark Zuckerberg, ha appena lanciato un appello al governo degli Stati Uniti, in cui chiede delle nuove regole per il web.

Il Washington Post ha riportato che il CEO dell’azienda avrebbe richiesto “un ruolo più attivo” da parte dei governi per una nuova regolamentazione. Scopriamo nei dettagli i particolari.

 

Mark Zuckerberg chiede per Facebook delle nuove regole per il web

Il fondatore della piattaforma ha scritto “la tecnologia è una parte importante della nostra vita e aziende come Facebook hanno enormi responsabilità“. Ovviamente si stava riferendo alla privacy dei propri utenti, trascurata come ben sapete negli ultimi mesi dalla piattaforma. La sua idea sarebbe quella di creare delle nuove regole per il web, in modo da prevenire attacchi informatici di qualsiasi genere, che possano ledere la nostra privacy.

Leggi anche:  Facebook: alcune funzioni che non sapevate esistessero

Zuckerberg ha inoltre accennato che la regolamentazione è necessaria in quattro aree: “contenuti dannosi, integrità delle elezioni, privacy e portabilità dei dati“. La piattaforma è stata oggetto di moltissime critiche in seguito all’episodio avvenuto nella moschea in Nuova Zelanda, ripreso e pubblicato in diretta sulla piattaforma. Non possiamo dimenticare Cambridge Analytica e il Russia Gate.

Ecco come ha continuato Mark Zuckerberg: “I legislatori spesso mi dicono che abbiamo troppo potere sulle parole e, francamente, sono d’accordo, non dovrebbe prendere così tante decisioni importanti per conto nostro“. Secondo lui, aggiornando le regole del web, si potrebbe preservare meglio la libertà che hanno le persone di esprimersi e anche quella degli imprenditori, di inventare cose nuove proteggendo anche la società.