decoder digitale terrestre DVBT2DVBT2 sarà il nuovo standard che a partire dal 2020 ridefinirà il ruolo della TV sul Digitale Terrestre. Cambieranno parecchie cose a partire dalla qualità degli stream in onda e dalla numerazione assegnata ai network. Per noi utenti significherà fare un passo in avanti verso un futuro televisivo in alta definizione. L’accesso a tutti i canali può essere Gratis. Occorre fare un semplice test e scoprire come non pagare il decoder. Vediamo in che modo.

 

DVBT2: come non pagare il decoder

Ci sarà un solo modo per guardare tutti i canali locali e nazionali in HD, ossia passare una volta per tutte al decoder DVBT2. Può darsi che il vostro televisore sia già pronto a rispondere alle future esigenze. Quasi tutti i televisori (Smart e non) venduti a partire dal 2015 prevedono l’integrazione del Digitale Terrestre di seconda generazione. Si deve effettuare una semplice verifica.

Accendiamo il televisore e aggiorniamo la nostra lista canali dalle Impostazioni di Sintonizzazione accessibili dal Menu principale. A questo punto individuiamo i canali che hanno apposto il logo HD e che utilizzano il codec H.265. Effettuiamo delle prove. Se i canali si vedono allora significa che non ci sarà bisogno di acquistare un nuovo decoder o una nuova TV. In caso contrario dovremo andare in negozio oppure online e comprare il supporto compatibile da installare con interfaccia esterna.

Leggi anche:  DVB T2: i clienti Rai e Mediaset costretti a cambiare TV

C’è una buona notizia per tutti coloro che dovranno comprare il sistema di sintonizzazione. Lo Stato discute una manovra che argina il Digital Divide assegnando un bonus spesa da 25 euro in regalo da destinare all’acquisto dei dispositivi elettronici. Ancora non c’è nulla di ufficiale ma in questo modo l’accesso al DVBT2 verrà a costare esattamente 0 euro.

Il tuo televisore è già abilitato al Digitale Terrestre 2? Faccelo sapere ed attendi ulteriori informazioni circa l’approvazione del Decreto di concessione dei bonus.