Mediaset PremiumMediaset Premium, nonostante la cessione dell’infrastruttura a Sky, è perfettamente consapevole di non avere le carte necessarie per combattere nel mondo dei contenuti sportivi. La quasi totale assenza di calcio giocato e incontri vari ha portato l’azienda a stringere una sorta di accordo con DAZN, dai risvolti sicuramente positivi per il consumatore finale.

Gli abbonamenti dell’azienda italiana, con le cocenti sconfitte sull’acquisizione dei diritti per la Serie A, Serie B, Champions League e Europa League, nonché sulla possibile trasmissione in alta definizione dei propri canali, hanno subito un drastico calo nel prezzo di vendita. Ad oggi, sul sito ufficiale, l’utente ha la possibilità di richiedere l’attivazione di tutti i canali ad un costo mensile che si aggira attorno ai 14,90 euro al mese (si possono vedere 4 canali di serie TV e oltre 2000 pellicole cinematografiche ogni anno).

Leggi anche:  Mediaset Premium: il passaggio a Sky non modifica i prezzi bassissimi

 

Mediaset Premium unisce le forze con DAZN per vincere la concorrenza

Consapevole di dover compiere uno sforzo aggiuntivo per raggiungere il cuore della possibile nuova clientela, l’azienda ha deciso di lanciare un abbonamento aggiuntivo da 5 euro a rinnovo (senza vincoli, disattivabile in un qualsiasi momento), con il quale garantire l’accesso a tutti i contenuti in possesso di DAZN. In questo caso la visione non avverrà direttamente tramite il digitale terrestre, ma sarà necessaria una connessione internet e l’applicazione dedicata (disponibile per smartphone, tablet, notebook e smart TV).

Il prezzo finale dell’abbonamento descritto nell’articolo è di 19,90 euro al mese a titolo definitivo, parlando di Serie A sarà possibile accedere a 3 partite a settimana con in aggiunta anche tutta la Serie B e vari campionati stranieri.