SkyIn molti, più volte nel corso dei mesi, avete chiesto sul web delucidazioni su quale abbonamento Sky scegliere tra il classico “Via Satellite” e il nascente “Via Fibra“. L’ormai elevata diffusione della tecnologia ad alta velocità per la connessione da casa potrebbe far propendere la scelta verso la seconda opzione, ma snoccioliamo quali sono gli aspetti più positivi della vicenda.

La considerazione iniziale riguarda il prezzo di vendita, ebbene in ogni caso si andrà a pagare esattamente lo stesso canone mensile. Ad oggi, infatti, l’utente ha la possibilità di accedere ad un abbonamento da 34,90 euro al mese (con validità fissata per i primi 12 rinnovi) con inclusi i pacchetti TV, Calcio e Famiglia.

 

Sky: perchè l’abbonamento “Via Fibra” è migliore del “Via Satellite”?

Veniamo a scoprire i motivi fondamentali che ci spingono alla scelta di uno piuttosto che l’altro.

  • Minori costi iniziali: con l’abbonamento via Fibra sarà necessario versare un contributo di soli 49 euro, senza intervento del tecnico e collegamento immediato in autonomia con la ricezione a casa. Scegliendo il “via Satellite“, invece, sarà necessario pagare 99 euro (a patto che non si debba richiedere la posta della parabola) ed attendere la disponibilità del tecnico.
  • Trasmissione più affidabile: avendo a disposizione una connessione in fibra ottica da almeno 9 Mbps in download, l’utente non dovrà più sottostare alle condizioni meteorologiche. Quante volte gli abbonati satellitari hanno avuto difficoltà di connessione a causa del forte vento o di temporali?.
Leggi anche:  Sky sul Digitale Terrestre: ecco perchè è la migliore offerta del momento

L’unico aspetto negativo, invece, riguarda la qualità di trasmssione. L’utente che deciderà di ricevere i canali via internet potrà al massimo ambire al FullHD, il 4K HDR è strettamente riservato ai possessori di Sky Q.