N26N26 è indubbiamente la carta ricaricabile, annessa ad un conto corrente online, più discussa e chiacchierata delle ultime settimane. Grazie anche, e sopratutto, alla possibilità di ricevere 15 euro di credito gratis, la promozione è già stata attivata da tantissimi utenti.

Per comprenderne al meglio il funzionamento, rimandando a quest’articolo per maggiori informazioni sulla banca e alla nostra guida per l’attivazione, proviamo a confrontarla direttamente con Hype (un’altra soluzione all’incirca dello stesso tipo). La comparazione la divideremo per punti, sottolineando principalmente quelli di maggior interesse per la popolazione italiana.

 

N26 vs Hype: quale carta scegliere?

  • Costi iniziali: entrambe le carte possono essere richieste gratuitamente dal sito ufficiale.
  • Canoni Mensile annuale: entrambe sono sul circuito Mastercard e non prevedono alcun costo fisso.
  • Commissioni sui prelievi: indipendentemente dall’ATM o dal bancomat scelto, non verrà applicata alcuna commissione.
  • Limite di ricarica: nel caso di Hype parliamo di 2500 euro all’anno, su N26 è illimitato.
  • Conto corrente: entrambe le proposte offrono all’utente un conto d’appoggio dal quale poter eseguire bonifici bancari senza commissioni o costi fissi.
  • Maggiorazioni su prelievi extra UE: nel caso di Hype si aggira sul 3%, molto più basso, se non quasi totalmente assente per N26.
  • Prelievi e pagamenti massimi: con Hype è possibile prelevare al massimo 250 euro e pagare per un totale di 999 euro, con N26 invece parliamo di 2500 euro sul prelievo e di addirittura 5000 euro sul pagamento.
Leggi anche:  N26: spettacolare regalo con conto corrente e carta ricaricabile Mastercard gratis

Il confronto pende letteralmente dalla parte di N26, per attivarla non resta che collegarsi a questo link ed inserire il codice tecnoandroid26 in fase di registrazione. Con il primo bonifico di almeno 1 euro verranno accreditati i 15 euro di bonus; per riceverli è assolutamente necessario eseguire almeno una ricarica.