Qualsiasi app per podcast ben fatta consente di modificare la velocità di riproduzione. Le persone parlano a ritmi diversi; alcuni podcaster sono lenti, altri parlano molto velocemente e sono impossibili da capire. Ecco perché è importante essere in grado di impostare la velocità di riproduzione. Pare che Google Home riceverà presto una funzione apposita.

Le pagine di supporto di Google Home sono state aggiornate con tre nuove possibili azioni vocali, una per i podcast e due per le notizie

Per i podcast, per cambiare la velocità di riproduzione, si possono utilizzare i comandi per una velocità di due volte maggiore o indicando di andare più veloce o più lentamente, oppure una via di mezzo. Per le notizie invece per cambiare la velocità di riproduzione, basterà impartire comandi vocali anche in questo caso di questo genere: “Riproduci velocità 2x”, “Riproduci più lentamente/più veloce”, riproducendo due volte più velocemente, oppure “riproduci a metà della velocità”.

Per ascoltare le notizie su un argomento invece ribadiamo che basta dire: “Ascolta le notizie sulla Corea del Nord”, “mostra le ultime su Donald Trump”, e così via. Non siamo certi che trattasi di una novità, potresti sempre chiedere notizie da una certa fonte o categoria. Mentre le notizie di attualità pare ci fossero già da un po’. Forse la persona responsabile della pagina di supporto ha aggiunto le informazioni a riguardo un po’ più tardi rispetto al rilascio delle funzioni.

Leggi anche:  Google Assistant parla con Unieuro: scopri offerte, trova spedizioni e negozi a voce

Per quanto riguarda i controlli della velocità di riproduzione, sono decisamente nuovi. Alcuni utenti li hanno provati più volte sui loro dispositivi e hanno riscontrato alcune problematiche. L’assistente dice di non capire cosa fare. Questa funzione quindi, con le svariate varianti, non è ancora disponibile per tutti. Arriverà pian piano per tutti i device. Vale la pena notare che i controlli della velocità di riproduzione per gli audiolibri sono disponibili da un po’, quindi l’opzione sembra essere nuova solo per notizie e podcast.