postepay truffa

In questo mese di ottobre Postepay ha dato inizio ad un nuovo capitolo. Poste Italiane dallo 1 Ottobre ha difatti favorito la fusione tra Poste Mobile e Postepay. Quello che era il servizio dedicato alla telefonia mobile ora è confluito nell’azienda delle carte di credito prepagate.

Per gli utenti ci sono stati già alcuni piccoli cambiamenti accolti con piacere, ma vi è una modifica in particolare che sta facendo molto discutere.

 

Postepay, è caos sul cambio degli IBAN: clienti in rivolta

Sempre dal primo giorno del mese i codici IBAN associati alle carte Evolution sono cambiati. A settembre gli utenti interessati hanno scoperto la novità con una comunicazione tramite lettera raccomandata. Poste Italiane si è impegnata a trasferire da subito i nuovi codici valevoli per i movimenti monetari.

Leggi anche:  PostePay: ennesimo caso di phishing arriva per email, attenti anche a PostePay Evolution

Leggendo i commenti alle pagine social della compagnia, si evince come la confusione tra i clienti regni ancora sovrana.

La situazione è questa. Allo stato attuale, e per un anno ancora, tutti i movimenti che erano indirizzati al vecchio IBAN saranno trasferiti sul nuovo codice. In questo modo si eviteranno incomprensioni e perdite di denaro. Allo stesso tempo però chi ha l’accredito di stipendio o pensione sulla propria carta deve necessariamente comunicare all’ente di riferimento il cambiamento del suo codice IBAN.