Il OnePlus 6T arriverà nel quarto trimestre del 2018 ed il dispositivo è appena stato certificato dalla CEE in Russia. La CEE è l’acronimo di Eurasian Economic Commission, come molti di voi sapranno, organizzazione con sede a Mosca.

Dando un’occhiata all’elenco si può notare come questa certificazione riguardi le “notifiche e specifiche” e che risale al 24 agosto. Il modello di riferimento di questo smartphone è ‘A6013’, e questa è praticamente l’unica informazioni che questo documento rivela. Si prevede che OnePlus possa annunciare un solo smartphone entro la fine di quest’anno, quindi non c’è nessun mistero sul dispositivo che ci stiamo trovando difronte.

Questa è in realtà una versione quad-band del telefono, unità europea e nordamericana. Approfondendo il numero di modello dei precedenti device, possiamo carpire qualche informazione in più. Il OnePlus 5 è arrivato con un numero di modello ‘A5000’, il successore 5T con il numero di modello ‘A5010’, mentre il 6 è arrivato con un numero di modello ‘A6000’ per il mercato dell’Asia, India e Cina e ‘A6003’ per l’Europa ed il Nord America.

Leggi anche:  Android 9.0 Pie: da Samsung a Huawei, ecco quali smartphone verranno aggiornati

 

OnePlus sta lavorando al suo nuovo top di gamma che sembra sempre più vicino

 

Questo è il motivo per cui il prossimo 6T, emerso sulla CEE sarà sicuramente dedicato al mercato Europeo e del Nord America. Non ci sono molte informazioni per quanto riguarda lo smartphone, il device ad ogni modo, presenterebbe un aspetto molto simile a quello dell’OPPO R17 in termini di design. Il telefono sarà realizzato in metallo e vetro, e sfoggerà una piccola tacca, proprio come l’OPPO R17.

OnePlus 6T come OPPO R17 Pro

Il dispositivo sarà alimentato dal processore octa-core a 64-bit, lo Snapdragon 845 e dovrebbe implementare 6 GB o 8 GB di RAM, a seconda del modello. Il dispositivo includerà un display AMOLED FullHD + da 6,4 pollici, con a bordo Android 8.1 Oreo o Android 9 Pie (molto più probabile quest’ultimo) con la personalizzazione OxygenOS dell’azienda.