OnePlus 6T come OPPO R17 Pro

OnePlus 6T si farà, anzi il suo esordio sui mercati di mezzo mondo è imminente. Lo smartphone è atteso per la fine dell’anno, con una presentazione che potrebbe tenersi a novembre seguita da una disponibilità praticamente immediata. E al contrario di quanto si potrebbe pensare, si conosce tantissimo di OnePlus 6T.

Il motivo è presto detto: è stato appena annunciato il fratello gemello di OnePlus 6T. Stiamo parlando di OPPO R17 Pro che secondo i più informati, sarà una copia quasi identica del prossimo flagship killer di OnePlus. OnePlus e OPPO sono gestite dalla stessa società, la BBK Electronics, e hanno gli uffici praticamente adiacenti.

 

OnePlus 6T potrebbe prendere moltissimo in prestito da OPPO R17 PRO

E in questo scenario, la storia ci insegna che sono frequenti le condivisioni di progetti. Nello specifico, OnePlus attinge quasi sempre da alcuni modelli OPPO che anticipano proprio le novità del produttore cinese con a capo Carl Pei. Tenendo conto di queste informazioni, OnePlus 6T potrebbe avere uno schermo OLED da 6.4 pollici di diagonale.

Un pannello con 2340 x 1080 pixel di risoluzione, protetto da vetro Gorilla Glass 6, sul quale rivedere le immagini e i video che si potranno acquisire, pensate, con una tripla fotocamera posteriore. Un mix con un sensore da 20 MegaPixel abbinato ad uno da 12 MegaPixel e ad un terzo sensore di profondità 3D TOF.

Leggi anche:  OnePlus lancerà il suo primo smartphone 5G in Europa nel 2019

Quest’ultimo non è un vero e proprio sensore fotografico ma è lo stesso componente utilizzato su alcuni smartphone per assicurare lo sblocco facciale 3D. Nel caso di OPPO R17 Pro questo sistema potrebbe essere utilizzato per l’acquisizione di immagini speciali o per sfruttare applicazioni di realtà aumentata.

Il processore di OnePlus 6T sarà certamente lo Snapdragon 845 e non lo Snapdragon 710 dello smartphone OPPO. Per il resto le caratteristiche rimarrebbero le stesse, compresa fotocamera anteriore da 25 MegaPixel ed il lettore di impronte digitali integrato nello schermo che a sua volta ha un piccolo notch.

La batteria, gestita da Android Oreo o Android Pie, sarebbe un’unità da 3700 mAh con supporto alla ricarica rapida Super VOOC. Quanto vi abbiamo appena riportato non ha alcuna fonte ufficiale ma sono solo speculazioni, per cui prendetele con le pinze in attesa che OnePlus 6T divenga ufficiale.