Mediaset PremiumMediaset Premium riesce a non deludere gli abbonati, dopo aver promesso l’arrivo della Serie A su tutti i teleschermi, eccola finalmente mantenere la parola con uno strepitoso accordo con Perform per la ritrasmissione delle principali partite del massimo campionato italiano, e non solo.

Con un’abile colpo di marketing, dopo essere stata a lunghi tratti additata come sull’orlo del baratroMediaset Premium è riuscita in quel qualcosa tanto inseguito nei mesi precedenti. La Serie A è salva, con le dovute limitazioni, ma nessuno vieta agli utenti in possesso di un contratto di abbonamento attivo di tornare ad accedere alle partite della propria squadra del cuore.

 

Mediaset Premium: la Serie A e la Serie B sono salve, ma con le dovute limitazioni del caso

La Serie A, quest’anno è stata suddivisa per orari di trasmissione delle partite, e non più suddividendo le squadre di calcio tra fascia A fascia B. In seguito ad una lunghissima battaglia, l’acquisizione è stata spartita tra Sky e DAZN. Grazie all’accordo con Perform, i clienti di Mediaset Premium hanno ottenuto l’accesso gratuito a tutti i contenuti di DAZN.

Leggi anche:  Mediaset Premium riserva una brutta sorpresa a Sky: la Serie A e la Serie B sono gratis

Nello specifico parliamo di 3 partite a settimana di Serie A (negli orari di sabato sera, domenica a mezzogiorno ed un altro match) e dell’intera programmazione della Serie B.

La visione degli incontri, tuttavia, non avverrà direttamente sui canali di Premium Calcio Premium Sport, ma richiederà il collegamento alla piattaforma di streaming online. Di conseguenza sarà sempre necessaria una connessione dati attiva, e la fruizione delle applicazioni di DAZN su smartphone, tablet, notebook o smart TV.

Un successo a metà lo potremmo definire, ma la nota positiva è il non aumento degli effettivi prezzi degli abbonamenti.