La fotocamera di Samsung Galaxy Note 9 supererà quella di Galaxy S9 Plus e dei principali competitors del device, stando ad una nuova voce che ha iniziato a circolare nel settore all’inizio di questa settimana. D’altronde, già alcuni mesi fa, Bloomberg ha riferito di una Samsung intenzionata a rinnovare il comparto fotografico di Galaxy Note 9, essendo rimasta colpita dalle capacità fotografiche di Huawei P20 Pro.

Un insider del settore piuttosto affidabile ha ribadito la volontà della coreana questa domenica, sebbene non abbia approfondito la questione. Sostanzialmente, dunque, Galaxy Note 9 si porrà come un miglioramento dell’attuale – e ottimo, aggiungeremmo – Galaxy Note 8. L’innovazione è riservata per S10.

 

Galaxy Note 9: cosa aspettarsi

La scorsa estate, Galaxy Note 8 ha gettato le basi di quella che è la super-camera (doppia) di Galaxy S9 Plus – la quale, ricordiamo, è sul podio delle migliori fotocamere mobile analizzate dal benchmark DxOMark; quest’ultima, poi, riesce a far meglio grazie all’aggiunta di un obiettivo a apertura variabile.

Leggi anche:  Samsung starebbe testando degli smartphone con fotocamere frontali in-display

La linea Galaxy S9 è stata pubblicizzata dal produttore così: “la macchina fotografica reinventata“; ora, sappiamo che Galaxy Note 9 dovrebbe anche essere molto simile al suo predecessore, almeno nel design. Ciò detto, pare che Samsung stia impegnando maggiori risorse per migliorare l’esperienza software e – oggetto del seguente articolo – fotografica.

Il dispositivo verrà lanciato il 9 agosto, e sarà mostrato dal vivo, per la prima volta, ad IFA di Berlino. Si vocifera anche di un nuovo colore, “Teddy Brown”, ma di questo non abbiamo certezzo. L’obiettivo ad apertura variabile tanto apprezzato sul Galaxy S9 Plus dovrebbe essere implementato anche su questo phablet in uscita, assieme alle AR Emoji, processore Snapdragon 845 / Exynos 9810 e fino ad 8GB di RAM.