L’ambiziosa startup di Andy Rubin, Essential, è in vendita. Secondo Bloomberg, la società ha lavorato al successore del suo smartphone Essential PH-1 (conosciuto altresì come Essential Phone), ma ha recentemente deciso di cancellare il progetto, incaricando gli ingegneri di sviluppare un prodotto per la smart home. Niente Essential Phone 2, dunque.

Un inizio travagliato quello di Essential, ma il futuro era promettente. Fondato dall’ex-Googler e creatore di Android Andy Rubin , Essential ha raccolto 300 milioni di dollari nel suo primo round di investimenti. Il loro primo prodotto commerciale, Essential PH-1, è stato annunciato quasi 1 anno fa . Lo smartphone è stato il primo dispositivo a presentare un design quasi senza cornice con una tacca del display.

I ritardi nel lancio del prodotto, i problemi del servizio clienti e un grave scandalo hanno scosso i primi giorni della società. Critiche graffianti sulla qualità della fotocamera di Essential Phone e il prezzo elevato non hanno aiutato neanche le vendite iniziali.

 

Essential Phone 2: progetto cancellato e società in vendita

Agli occhi dei consumatori, Essential è tra le più apprezzate nel panorama Android, grazie a aggiornamenti rapidi e costanti – ha ricevuto aggiornamenti Android 8.0 Oreo, Android 8.1 Oreo e Android P beta in tempi record. Riduzioni di prezzo, nuovi colori, nuovi accessori e ampia disponibilità hanno dato la sensazione che l’azienda non lasci nulla al caso.

Leggi anche:  Essential sta lavorando a un nuovo tipo di smartphone, con una mente tutta sua

Purtroppo, i numeri di vendita dipingono un quadro diverso: un report dell’International Data Corporation (IDC) afferma che l’Essential PH-1 ha venduto solo 88.000 unità nel 2017. Il presidente di Essential ha confutato il rapporto affermando che lo smartphone ha realizzato vendite per sei cifre. Una fonte avrebbe confermato a Bloomberg che la società ha venduto 150.000 unità fino ad oggi.

Cosa c’è in serbo per Essential? Secondo quanto riferito, l’intera azienda, compresi i suoi brevetti, i prodotti hardware, un imminente dispositivo per la casa intelligente, un modulo per la fotocamera di PH-1 e persino gli ingegneri della società sono potenzialmente in vendita. Tuttavia, al momento trattasi di ipotesi.

Il CEO di Essential, Andy Rubin, ha anche pubblicato due righe su Twitter, ribadenso sostanzialmente quanto riportato. Il tweet conferma che la società ha cancellato alcuni prodotti, ma non specifica quali – sebbene è altamente probabile sia Essential Phone 2.