Galaxy S9 sensore impronte

Samsung Galaxy S9 Plus non è ancora giunto al mercato di distribuzione di massa e già si sollevano preoccupazioni in merito all’interattività verso il sensore per le impronte digitali che, in controtendenza con l’iniziale riferimento ad un’implementazione in-screen, trova ora posto sul retro-scocca dei nuovi top di gamma.

Samsung Galaxy S9: problemi a raggiungere il sensore per le impronte digitali

Samsung Galaxy S9 rappresenta quanto di più tecnologico si possa trovare nel contesto del mercato Hi-Tech dei dispositivi smartphone. Indiscutibilmente bello ed eccezionalmente raffinato dal punto di vista stilistico e delle componenti hardware, il nuovo top di gamma risente comunque di una serie di problematiche messe in evidenza da alcuni utenti.

Stando a quanto riferito dalle crescenti lamentele pubbliche, di fatto, pare i device della linea Galaxy S9 Plus non consentano di accedere agevolmente al sensore per le impronte digitali allocato proprio sotto la fotocamera principale posteriore di sistema. Una situazione che vede un certo parallelismo inverso con quanto accaduto in passato con le soluzioni Galaxy S8, per le quali si era sollevato un vero e proprio polverone mediatico.

Seguendo quelli che sono gli ultimi feedback, di fatto, pare che il problema sia molto più diffuso di quanto in realtà si possa pensare e si pensa in particolare che, stavolta, il sensore sia stato collocato troppo in basso. Il posizionamento spaziale del componente, infatti, non rende accessibili le funzioni nel modello di punta Galaxy S9 Plus che peraltro conta su un pannello in fattore di forma 18:9 che si sviluppa in modo prominente lungo la linea verticale abbracciando un doppio sistema di scatto.

Come se non bastasse molti utenti lamentano anche il fatto di non riuscire a raggiungere con facilità il pulsante Bixby. Il grosso del problema, e delle contestazioni, si ha comunque verso il posizionamento dello scanner per le impronte digitali. La situazione, volendo fare un ulteriore paragone, pare non possa migliorare nella versione Standard che tra l’altro appare vistosamente più compatta.

Samsung ha deciso di accontentare la maggior parte degli utenti garantendo al contempo l’utilizzo di un sistema che funziona al primo colpo. Si tratta di un sistema efficace e veloce per accedere ai nostri dispositivi. Le contestazioni portate avanti dall’utenza sono quindi trascurabili in luogo di specifiche tecniche decisamente fuori dall’ordinario.

Sapevi che è possibile trasformare il tuo Galaxy S8 in uno degli esclusivi Galaxy S9? Non vuoi cimentarti nella procedura? Allora ti potrebbe interessare l‘offerta tutto incluso di TIM che consente di acquistare il device in semplici e comode rate con tanto di promozione inclusa.

Scheda Tecnica Samsung Galaxy S9 e Galaxy S9 Pluscover Clear View Galaxy S9

Display: Pannello Capacitivo Multi-Touch Super AMOLED Quad-HD Resolution Edge System con diagonale da 5.8-6.2 pollici con rivestimento protettivo Cornig Gorilla Glass di 5a generazione

Processore: Octa-Core System Qualcomm Snapdragon 845 (USA) ed Exynos 9810 (Europa)

Memoria RAM: 4/6GB LPDDR4X System

Memoria ROM: 64/256GB con tecnologia UFS 2.1 espandibile fino a 400GB

SIM Card: Formato Nano-SIM Dual SIM-Dual Standby (opzionale)

Fotocamera Principale Posteriore: 12 Megapixel Dual-Lend Technology ad apertura focale variabile (f/1.5 o f/2.4) con tecnologia di stabilizzazione ottica di immagine (OIS), HDR, Flash LED e zoom ottico 2X

Fotocamera Secondaria Anteriore: 8 Megapixel on FF @f/1.7 con AutoFocus System

Connessioni: 4GLTE con supporto alla tecnologia VoLTE, Wi-Fi ac doppia banda 2.4GHz/5GHz, NFC, Bluetooth 5.0 ed USB 2.0 Type-C reversibiile, GPS con GLONASS Geo-System, BeiDou System e Galileo

Sensori: Luminosità ambientale, Proximity sensor, scanner biometrico per le impronte digitali, accelerometro, giroscopio, bussola e sensore ad effetto Hall

Dimensioni: 147,6 x 68,7 x 8,4 mm (Standard) e 158,1 x 73,8 x 8,5 mm (Plus)

Batteria: 3.000/3.500mAh non removibile con funzione ricarica rapida Quick/Fast Charge

Sicurezza: scanner intelligente integrato per le impronte digitali disposto sul retro, fotocamera IR Blaster per scansione del fondo oculare IRIS Scan da 3.7 MegaPixel anteriore, sistema di tracciamento dei caratteri antropometrici per la ricostruzione della struttura del volto tramite Face ID 3D con supporto Animoji Samsung, Certificazione IP68 (resistente ad acqua fino ad 1,5 metri per 30 minuti e polveri sottili)

Funzioni Esclusive: Samsung DeX Pad 2.0 (Interfaccia adattiva mini-PC), Smart Connect (controllo Smart Home Domotica)

Sistema Operativo: Android 8.0 Oreo con supporto alle personalizzazioni proprietarie Samsung Experience UI 9.0