L’uomo mostra alle telecamere alcuni degli oggetti arrivatigli.

Ogni giorno un uomo risponde al citofono. Ogni giorno un uomo accoglie un corriere in casa, e accetta malvolentieri il pacco che gli porge. Probabilmente Terry Miller avrà ormai uno spazio della sua casa dedicato ai pacchi che riceve giornalmente da Amazon. Non stiamo parlando del cliente più affezionato del sito, bensì di uno scocciato signore che riceve da circa 5 settimane regali in casa sua. Non si tratta di un bot Amazon impazzito che continua a spedire a casa di Terry. L’indirizzo, il nome di spedizione e persino il numero di telefono corrispondono a quelli dell’uomo, e non c’è nessun errore.

I tipi di prodotto che il signor Miller riceve, sono sempre gli stessi: si tratta di accessori per cellulari e , a cui Terry non è per nulla interessato. Non c’è nessun tipo di richiesta di addebito per Miller, che ha tentato di fermare il via vai di corrieri in casa sua. Il signore si dice divertito, e non sapendo cosa farne ha anche approfittato dei doni per fare dei regali. Ha ammesso di aver aperto i pacchi solo per verificare che non si trattasse di prodotti illegali.

Smettetela di inviarmi cose

Le azioni di Miller sono state vane. Ha chiamato Amazon, dicendo di smettere di inviare pacchi al suo indirizzo, ma il sito gli ha detto semplicemente di tenere i prodotti. Ha poi rivelato all’uomo il nome del cliente che continua ad inviargli oggetti, nome che non suona affatto familiare a Miller. La vicenda è finita sul telegiornale della TV locale di Detroit, WDIV.

La questione a questo punto si è fatta inquietante, e l’uomo ha voluto chiamare la polizia. Anche l’intervento degli agenti non ha stoppato il traffico di regali: essendo i prodotti puliti e regolarmente inviati proprio a lui, la risposta dei poliziotti non è stata diversa da quella di Amazon. L’ipotesi di un traffico illecito nei prodotti non ha retto alla verifica dei fatti, e la polizia non ha trovato modo di fermare tutto questo.

Miller ha fatto sapere di non voler tenere nessuno dei doni ricevuti, che ha gettato via, donato o riciclato per i regali di Natale. L’unica cosa che ha provato a tenere sono state un paio di cuffie wireless, che avevano l’unico difetto di essere rosa. Terry ha inviato un messaggio al misterioso “benefattore”: “Non voglio queste cose. Smetti di inviarmele.”

Cosa starà cercando di comunicare il misterioso individuo a Miller? la buffa vicenda sembra una simpatica forma di stalking, da parte di un aspirante Babbo Natale.