Ogni volta che acquistiamo un nuovo smartphone è ovvio che vorremmo scaricare le migliori app per il nostro nuovo dispositivo. Ma uno dei problemi molto spesso sta nella scelta delle applicazioni, in quanto sono disponibili molte applicazioni sia per Android che per iOS.

Tuttavia, il problema principale che possiamo incontrare non è la scelta delle applicazioni, ma lo scegliere della applicazioni dannose e ingannevoli che danneggiano i nostri smartphone. Mentre Google sta lavorando attivamente alla rimozione di tali applicazioni dal suo Play Store, Apple ha appena annunciato di aver aggiornato le sue linee guida per la revisione delle app realizzate da sviluppatori esterni, per assicurarsi che l’App Store sia sicuro e privo di applicazioni ingannevoli.

Non saranno più disponibili le app che “comprendono contenuti o servizi che in realtà non offrono”

Secondo un rapporto da 9to5 Mac, la società con sede a Cupertino ha già iniziato ad eliminare le prime app ingannevoli dall’App Store. Mentre le politiche contro tali applicazioni erano già state collocate nello Store in questione, il nuovo aggiornamento le rende più chiare. In quanto tale, il divieto si oppone ad applicazioni che “comprendono contenuti o servizi che in realtà non offrono”. Inoltre, saranno rimosse anche le applicazioni antivirus false.

Apple ha aggiornato le sue linee guida per la revisione delle app anche con nuove clausole che si occupano dell‘uso appropriato di Face ID, ARKit e altro ancora.
Le applicazioni Apple ARKit saranno più di semplici app con singoli oggetti, e Apple ha affermato che le applicazioni dovranno offrire “delle vere e proprie esperienze di realtà aumentata“. Per quanto riguarda il Face ID, le linee guida di Apple indicano che è necessario un metodo di sblocco alternativo per i bambini al di sotto dei 13 anni. È interessante notare che alcune applicazioni possono essere adesso utilizzate per trasferire il 100% dei fondi da una persona all’altra senza utilizzare gli acquisti in-app. Non ci sarà più bisogno di riconoscere il 30% della somma ad Apple.

Le linee guida indicano esplicitamente che le app che “facilitano il traffico di esseri umani e o lo sfruttamento dei bambinisaranno vietate. Inoltre, Apple potrebbe intraprendere azioni legali  contro gli sviluppatori di tali applicazioni.

Gli aggiornamenti app di iOS 11 stanno iniziando a penetrare nell’App Store. Le applicazioni che richiedono la nuova versione del sistema operativo verranno rilasciate insieme a iOS 11 domani 19 settembre. Ci siamo quasi! Siete pronti?