Oggi vogliamo proprorvi la recensione di un gioco abbastanza famoso, ma che forse a non tutti è capitato di vedere tra la miriade di applicazioni disponibili nel Play Store: Air Penguin di Game Evil. Si tratta di un videogioco, dove lo scopo principale è quello di portare in salvo un piccolo pinguino che non sa nuotare, in missione per salvare la sua famiglia. I requisiti fondamentali per diventare dei campioni di questo titolo sono destrezza e rapidità di movimenti, dal momento che non è consentito sostare sullo stesso frammento di ghiaccio per troppo tempo, infatti, dopo appena tre salti, questo si sgretolerà sotto il nostro eroe, che si ritroverà in balia delle fredde acque polari. Inoltre, all’interno di ogni ognuno dei 100 livelli che compongono il gioco, sono presenti dei pesci, che vanno assolutamente catturati per ottenere bonus e personaggi extra. Man mano che si procede in una fase di gioco più avanzata, il numero degli ostacoli aumenta e i percorsi diventano sempre più ardui e complessi. Anche le piattaforme ghiacciate fanno il loro dovere allontanandosi e restringendosi sempre più, diventando anche mobili e facilmente crepabili. Ultimo, ma non per questo, ostacolo di minore entità, è rappresentato da animali come pesci volanti che ci tagliano la strada, pesci cane che ci vogliono mangiare etc. Infine è anche possibili imbattersi in lunghi lastroni di ghiaccio, dove il pinguino non salta, ma scivola, e va manovrato attraverso il sensore, in modo da evitare foche e burroni che, al minimo contatto, lo faranno schizzare via.
Per concludere, riteniamo Air Penguin un titolo davvero appassionante e coinvolgete, che ci permetterà di ingannare facilmente il tempo intrettenendoci in lunghe sfide con gli amici. Vi lasciamo al video del GamePlay Ufficiale:

Leggi anche:  Recensione Pocophone F1: il medio gamma travestito da top di gamma

[app]com.enterfly.penguin_gloplus[/app]