LG Electronics ha brevettato con successo un nuovo design per smartphone a tre schermi depositato presso la World Intellectual Property Organization. Quest’ultimo è stato approvato lo scorso Novembre.

Il concetto in sé non è un’invenzione recente poiché LG aveva presentato il brevetto per essere verificato nel Dicembre del 2014, con il processo di approvazione che ha richiesto quasi tre anni per essere completato nonostante non ci fosse stato alcun impedimento. Il dispositivo raffigurato negli schizzi che trovate qui sotto è composto da tre parti, che sembrano tutte sottilissime, in grado di piegarsi verso l’esterno come un volantino.

LG pronta a stupire con un brevetto incredibile

LG ha immaginato uno smartphone che può formare una sorta di Z mentre viene piegato.
Un’altra variante dell’invenzione descritta come parte dello stesso brevetto ha due schermi e sembra essere in qualche modo simile allo ZTE Axon M. Una volta aperti, i tre schermi possono essere utilizzati per il multitasking o formare un unico grande display. In quanto tale, il device sarebbe essenzialmente utilizzabile come tablet, anche se con un allungamento estremamente evidente. Tutti e tre gli schermi sono stati descritti come touch ma con il brevetto nessuna potenziale configurazione hardware è stata fornita dalla società.

Non è al momento chiaro se LG abbia immaginato un dispositivo con i tre schermi posti uno sotto l’altro a formarne uno unico molto grande o se sarà pensato diversamente. Questa configurazione potrebbe essere non per forza legata alla creazione di uno smartphone ma ancora più sorprendentemente di un Laptop. L’industria dell’elettronica di consumo nel suo complesso ha investito nella ricerca di smartphone pieghevoli per più di mezzo decennio, ma nessuna offerta di questo tipo è stata ancora commercializzata. Samsung è il più vicino al rilascio di un dispositivo mobile “reale” pieghevole e potrebbe iniziare a produrlo in serie già da quest’anno.