TIM: cosa cambia con il ritorno della fatturazione mensile, ecco nuove offerte

TIM sviluppa anno dopo anno le sue peculiarità grazie a tutte le idee che vengono partorite da un’organigramma consolidatosi negli anni. L’azienda, riconosciuta come la più prolifica in assoluto in merito alla telefonia in Italia, è infatti cresciuta enormemente proprio negli ultimi anni.

Le promozioni ne hanno rappresentato il fiore all’occhiello, sia per quanto riguarda la linea fissa che per quanto riguarda gli smartphone e tablet. Ora è in atto una sorta di piccola rivoluzione, che non sarebbe altro in realtà che un ritorno al passato neanche tanto remoto.

Sarebbe infatti pronta a tornare la fatturazione ogni 30 giorni, la quale è stata invocata a gran voce dagli utenti.

TIM, cosa cambia con la fatturazione ogni 20 giorni

Dopo aver visto tutti i tipi di gestori litigare, ecco un punto in comune per tutti che porterà il panorama mobile a tornare alle origini.

Dal prossimo 5 Marzo 2018 infatti la linea mobile di TIM tornerà alle fatture ogni 30 giorni. La linea fissa lo farà leggermente più tardi, ovvero il prossimo 1 Aprile 2018 e non sarà un pesce d’Aprile.

Il problema è che ci saranno alcuni rincari. A parità della spesa annuale, ci sarà un aumento del canone mensile che corrisponderà esattamente all’8,6%. Ovviamente a dirlo così suona davvero strano ed astruso.

In poche parole la vostra offerta vedrà una maggiorazione del prezzo, ma allo stesso tempo anche i Giga, i minuti ed i messaggi che avrete all’interno aumenteranno, anche se di poco. Per esempio, una promozione che costa ad un utente 10 euro ogni 28 giorni, costerà 10,86 euro ogni 30 giorni. 

Ci sarà quindi anche un aumento del contenuto. Se avete 2000 Minuti, 1000 Messaggi e 30 Giga, la promo diventerà 2172 minuti, 1086 messaggi e 32,58 Giga. Ma questo è solo un esempio. Restate connessi per ulteriori chiarimenti in merito.