testare usbAttraverso un software di analisi comparativa, che comunque non è perfetto, avremo una sequenza di test che mettono a confronto: grandi file con piccoli file, funzione lettura contro funzione scrittura e via dicendo.

Un ottimo programma che ha queste funzionalità è USB Flash Benchmark, che oltre ad essere gratuito é anche portatile (nel senso che non ha bisogno di installazione per essere utilizzato). É facile da utilizzare; tutto quello che c’è da fare consiste nel inserire la penna USB di cui vogliamo analizzare la velocità di trasferimento, selezionarla e poi cliccare all’interno della schermata principale del software il tasto “Benchmark”.

Quando il test sarà completato verranno stampate a schermo delle informazioni non facilmente capibili, per questo viene dato anche un link con il quale si raggiunge la pagina web che mostra in maniera più chiara le velocità di ‘read’ e ‘speed’.

Esistono molti di questi software che hanno lo stesso scopo, anche se altri ovviamente saranno più dettagliati e complessi e infatti non saranno gratuiti ma avranno un prezzo di mercato che si aggira sui $30 (come ‘HD Tune’ o ‘CrystalDiskMask’).

Un ultimo consiglio. Qualunque programma andrete ad utilizzare, ricordatevi sempre di controllare quale drive state selezionando prima di fare partire il test. Si rischia sempre di analizzare le velocità di qualche disco interno al posto della penna USB (che ovviamente avranno velocità sbalorditivamente differenti).

Esistono migliaia di aziende produttrici di penne USB, ed ognuna di queste probabilmente produce centinaia di modelli e versioni differenti. Tra le più famose nel mercato dell’elettronica abbiamo la Kingston che é tra i numeri uno al mondo. Proprio nell’ultimo periodo hanno annunciato l’uscita di un nuovo modello di pendrive con velocità incredibili rispetto i suoi predecessori.

Il nuovo modello di penna USB della Kingston é la DataTraveler Elite G2, ultimo modello della USB 3.1 che permetto il trasferimento ad alte velocità di film, foto e lavori di grandi dimensioni sempre a portata di mano.

Cos’è una penna USB

Diamo prima una piccola spiegazione di cosa in realtà é una penna USB. La Universal Serial Bus é un tipo di connessione utilizzato per la comunicazione e l’alimentazione di moltissimi computer e periferiche, il suo largo utilizzo é dovuto proprio a questa dualità e all’alta velocità di trasferimento di dati. Nel caso del flash drive ovviamente non avremo l’alimentazione di nessun device, ma nel caso di tastiere o altre periferiche abbiamo questa caratteristica molto utile. Le penne USB sono quindi delle memorie portatili con caratteristica plug-and-play che usano una memoria flash e sono abbastanza leggere da potere essere attaccate ad un portachiavi. Una penna USB può contenere al suo interno file importanti, dati di backup, applicazioni, eseguire diagnostiche per risolvere problemi nei computer o inizializzare un software a seconda del lavoro che dobbiamo eseguire.

La prima penna USB che entrò in mercato era del 2000 con una capacità di memoria di soli 8 megabyte (MB). Adesso abbiamo memorie di diversi gigabyte (GB), per non parlare delle più recenti che raggiungono i terabyte (TB). Le memorie nella maggioranza dei casi sono celle multi-livello, con circa 4000 cicli di cancellazione.

La versione di USB 3.0, conosciute anche sotto il nome di Superveloci, sono state introdotte nel 2008. Ovviamente l’obbiettivo rimase sempre lo stesso, cioè aumentare la velocità di trasferimento diminuendo sempre di più la quantità di energia necessaria. Con le versioni 3.0 le velocità aumentarono di 10 volte rispetto i vecchi modelli.

Andiamo adesso al modello in questione, ovvero il DataTraveler Elite G2: la custodia in metallo é notevolmente resistente agli urti e impermeabile per darti sempre la sicurezza di non perdere i tuoi dati. Ovviamente é predisposta per essere compatibile con i suoi vecchi modelli, nel momento in cui si volesse trasferire i propri documenti dalla vecchia versione a quella nuova. Se queste specifiche non dovessero bastare la Kingston offre una garanzia di 5 anni con supporto tecnico gratuito, quasi come stare in una botte di ferro!

Al momento dell’acquisto é possibile scegliere le dimensioni della USB (32GB, 64GB, 128GB) in base all’utilizzo che se ne vorrà fare. La si può trovare direttamente su Amazon a prezzi davvero competitivi.

Le USB della generazione 3.1 fanno parte dell’ultima revisione delle Universal Serial Bus, che oltre alla velocità di trasferimento e alle dimensioni non si differenziamo molto rispetto alle loro precedenti versioni. Le performance sono infatti aumentate di oltre 10X con miglioramenti pure nell’aspetto del consumo di potenza. Questo aumento della velocità dei dati é ottenuto con molteplici flussi di dati con picchi della larghezza della banda che raggiungono i 5Gbp/s, comparati ai 480Mbp/s delle USB generazione 2.0.

Con questa nuova gamma di modelli la Kingston si é aggiudicata il meritato primo posto tra le aziende produttrici di penne USB.

Analizziamo pro e contro delle penne USB

– Come prima cosa possiamo affermare che essendo piccole e leggere sono comode da trasportare ed avere sempre a portata di mano. Inoltre i rivestimenti (che siano plastica o metallo) sono sempre molto affidabili contro shock meccanici o graffi.

– I dati possono rimanere sulla penna per periodi molto lunghi una volta che questa viene estratta dal pc, o quando viene spento inaspettatamente con la penna ancora inserita. Per questo sono molto utili nel trasferimento di dati tra computer e notebook o per dati di backup che non possiamo perdere.

– Diversamente da molte memorie utilizzate, le memorie USB non hanno bisogno di reboot una volta che sono inserite, non hanno bisogno di batterie (in quanto si autoalimentano attraverso la porta stessa) o alimentazione esterna.

– Sono molto sicure, e talvolta i produttori di USB offrono caratteristiche avanzate tipo la possibilità di avere una password senza il quale i dati non vengono visualizzati.

– Nel caso sia necessario connettersi a un dispositivo che non possiede le porte USB si ha la possibilità di connetterlo lo stesso scaricando prima un driver che lo farà funzionare.