iPhone 8

Esattamente due giorni fa, casa Apple ha ufficialmente svelato i suoi nuovi iPhone, procedendo con la serie arrivando così ad iPhone 8, il quale si è mostrato anche nella variante più grande, meglio conosciuta come Plus.

Di certo, dopo aver visto la presentazione in molti avranno pensato con convinzione che il cambio, o meglio l’upgrade, da iPhone 7 e 7 Plus a questi due nuovi dispositivi, fosse davvero inutile. Forse la maggioranza si è soffermata sulle caratteristiche estetiche, pressoché uguali se non fosse per il vetro sul retro degli smartphone. C’è però tutt’altro che motiverebbe positivamente un eventuale passaggio di livello.

Ecco le 7 ragioni per cui vale la pena passare ad iPhone 8 e 8 Plus

iPhone 8

Design

Come anticipato nella prefazione, i nuovi smartphone di Apple hanno un design, seppur simile ai precedenti modelli, davvero unico, e tutto ciò grazie al nuovo materiale in vetro su cui è plasmato il back di entrambi i telefoni.

Memoria Interna

La memoria interna di base di questi due nuovi iPhone è giusto il doppio maggiore rispetto ai vecchi iPhone 7 e 7 Plus. Infatti si parte con un modello da 64 GB, mentre nel caso di iPhone 7 si partiva da 32 GB.

Ricarica Wireless

Grazie anche al nuovo design in vetro, i nuovi iPhone 8 e 8 Plus sono in grado di ricaricarsi senza alcun caricabatterie, ma semplicemente venendo poggiati su una basetta apposita wireless. Supportano inoltre la ricarica Qi Wireless.

Ricarica rapida

I nuovi iPhone presentati due giorni fa sono in grado di ricaricarsi del 50% in più in 30 minuti rispetto a quanto non facessero gli ormai passati iPhone 7 e 7 Plus.

Display migliorato

Ok, la misura del display è sempre uguale, sia nel modello più piccolo che in quello più grande, ma c’è un miglioramento; infatti i nuovi schermi sono di tipo True Tone, supportano il Dolby Vision e soprattutto l’HDR10.

Nuova fotocamera

La risoluzione della fotocamera è rimasta invariata, ovvero 12 Megapixel, ma i sensori hanno un’apertura maggiore e un processore per il segnale dell’immagine nettamente più rapido. Per cui sarà migliore la messa a fuoco in condizioni di scarsa luminosità, il rilevamento del viso, e i video che ora sono registrabili in 4K a 60fps ed anche in Slow Motion a 1080p a 240fps.

Il nuovo processore A11

Questa è la ragione principale per effettuare il cambio; infatti il nuovo processore bionico A11 lascia nettamente dietro l’A10 Fusion in termini di prestazioni. E’ stato infatti costruito con processo produttivo a 10nm, ha più transistor all’interno ed esattamente 6 core contro i 4 del precedente SoC, oltre ovviamente alla nuova GPU made in Apple.

Insomma, vi siete convinti a passare ai nuovi iPhone? Se così non fosse, dateci una motivazione spiegandoci bene i dettagli .