Google Pixel 2
Google Pixel è stato un campione di incassi per la compagnia, nonostante il prezzo decisamente alto

Google Pixel 2 sarebbe già tra le mani dei dipendenti Google, nel caso specifico la versione con il nome in codice Walleye. Se il dispositivo è già tra le mani degli ingegneri del software, può significare due cose: Google sta prendendo il suo tempo per finalizzare hardware e software, oppure il lancio dei nuovi top di gamma della casa di Mountain View potrebbe essere anticipato.

Come sappiamo dalle varie indiscrezioni, Google potrebbe lanciare ben tre dispositivi Android: i nomi in codice sarebbero Walleye, Muskie e Taimen. Fin’ora si è sempre pensato a Walleye e Muskie come i successori del Google Pixel XL e Pixel, rispettivamente; Taimen potrebbe essere un tablet o un dispositivo con un display molto più grande degli altri due, data la dimensione nella realtà della razza a cui fa riferimento il nome.

Da una conversazione su AOSP, Android Open Source Project, uno degli ingegneri software di Google sarebbe testando uno dei dispositivi, il successore del Pixel XL, nome in codice Walleye.

Quello che fa pensare è che questa fase di test sembra davvero molto in anticipo rispetto alla commercializzazione dei prodotti. Se anche quest’anno Google seguirà il suo classico copione, non ci aspettiamo di vedere i Google Pixel 2 fino ad Ottobre.

Leggi anche:  Google e HTC, l'acquisizione di ieri piace alla Borsa e agli investitori

Google Pixel 2: rilascio anticipato o fase di test molto scrupolosa?

Gli ultimi rumour vedono i successori dei Pixel come una loro naturale evoluzione, e non una vera e propria rivoluzione. La scheda tecnica verrà aggiornata, comprenendo probabilmente uno Snapdragon 835, lo stesso che alimenta Samsung Galaxy S8 versione non Europea,  ma sembra che il design rimarrà simile: probabilmente sarà sempre HTC il partner a cui verrà affidata la produzione.

A questo punto, deduttivamente, possiamo trarre due speculazioni. La prima è che Google stia testando approfonditamente sia i nuovi Pixel che Android O, e che quindi si sia anticipata molto nella fase di test.

La seconda, contraria alla prima, è che la fase di test sia stata anticipata perché anche il rilascio dei nuovi Pixel possa essere anticipato. Considerate le tempistiche standard per i produttori di smartphone, questa possibilità non sembra così remota.

Voi cosa preferireste? Avere un Google Pixel 2 tra le mani (si fa per dire, dato che in Italia non è ancora arrivata neanche la prima generazione dei Pixel, NdR) in anticipo o aspettare e avere un prodotto più maturo? Fateci sapere nei commenti