Uno dei mockup di Project Ara

Avrete sicuramente sentito parlare di Project Ara, il progetto messo in piedi da Google e relativo ad uno smartphone completamente modulare. La sua esistenza è stata resa nota per la prima volta ad ottobre 2013, ed i primi mockup sono stati mostrati in occasione del Mobile World Congress 2014. I tempi per l’effettiva commercializzazione però si sono nel frattempo notevolmente allungati, e Big G pare aver preso una dolorosa decisione.

Stando infatti all’indiscrezione riportata da Reuters, Google avrebbe deciso di stoppare lo sviluppo di Project Ara, essenzialmente a causa degli importanti cambiamenti nelle componenti hardware verificatisi negli ultimi due anni nel settore smartphone. Questi avrebbero reso, almeno per il momento, troppo complicata la realizzazione di Project Ara che, ve lo ricordiamo, ha un concetto di modularità estremamente più profondo rispetto, ad esempio, a G5 e Moto Z.

Per adesso non c’è stato alcun commento ufficiale da parte di Google, anche se si vocifera che l’abbandono di Project Ara potrebbe essere tutt’altro che provvisorio. Del resto, da quando Rick Osterloh (ex presidente Motorola) è stato messo a capo della sezione hardware di Big G, c’è stata una piccola rivoluzione a Mountain View, come testimoniato da quelli che saranno i nuovi Nexus, che dovrebbero prendere la nomenclatura “Pixel”.

Leggi anche:  Google Pixel 2, assente il supporto alla ricarica rapida a 27W

A questo punto non ci resta che attendere comunicazioni ufficiali da parte di Google, che potrebbe appunto pronunciarsi sulla vicenda. Nel frattempo, continueremo a seguire da vicino la situazione e, non appena ci saranno aggiornamenti, vi informeremo attraverso la pubblicazione di nuovi articoli ricchi di informazioni a riguardo.