Samsung Galaxy Note 6 arriverà in Italia

Quest'anno potrebbe essere la volta buona per il prossimo Galaxy Note 6 che sembra verrà commercializzato anche nel nostro paese. Tramite un tweet appare una sigla che contraddistigue la variante destinata al mercato europeo e italiano del terminale.

110

 

Samsung Galaxy Note 6

Il Samsung Galaxy Note 6 potrebbe essere commercializzato ufficialmente anche in Italia. Il lancio dovrebbe essere previsto verso la fine della prossima estate, tra agosto e settembre e sarà il prossimo phablet con pennino integrato del produttore ad arrivare ufficialmente nel nostro mercato dopo il Note 4.

Il Samsung Galaxy Note 6 sarà il prossimo phablet appartenente alla pregiata gamma Note della società ad arrivare ufficialmente nel mercato europeo e molto probabilmente anche in Italia. Come noto, durante lo scorso anno l’azienda ha sostituito il Galaxy Note 5 con l’S6 Edge Plus nella rete vendita del nostro Paese, limitando il Note 5 solamente al mercato americano e asiatico.

Per il prossimo Galaxy Note 6, noto con il nome in codice Grace, Samsung dovrebbe fortunatamente avere piani diversi. L’indiscrezione arriva direttamente dall’account twitter del noto leaker @SamMobile. La fonte da sempre è affidabile e ben informata sui piani di Samsung.

Samsung Galaxy Note 6 approderà nel mercato italiano

Nel suo post ha elencato le sigle delle diverse varianti del Galaxy Note 6 che contraddistinguono gli smartphone destinati ai vari mercati internazionali. In quell’elenco di sigle, la penultima cattura l’attenzione: SM-N930F; essa identifica chiaramente la versione europea (e quindi anche italiana) del Samsung Galaxy Note 6. Infatti, il produttore è solito apporre la lettera finale “F” a tutti quei dispositivi che sono destinati ai mercati occidentali, a conferma di una ulteriore possibilità di trovare all’interno dei centri commerciali e su qualsiasi negozio online il nuovo phablet dell’azienda.

Possiamo dormire sonni tranquilli e aspettare, dunque, il Galaxy Note 6 anche in Italia? Forse no, dal momento in cui la notizia non è ufficiale e Samsung nel corso dei prossimi mesi potrebbe tranquillamente cambiare idea.

Al momento si sa poco riguardo alle probabili specifiche tecniche del prossimo phablet dell’azienda. Alcune speculazioni parlano di un display AMOLED da 5.8 pollici con risoluzione QHD con pochissime cornici laterali se non addirittura borderless. Il SoC quasi sicuramente sarà un Exynos e più difficilmente un Qualcomm, affiancato da 6 GB di RAM. Lo storage potrebbe essere da 64, 128 o addirittura da 256 GB e forse del nuovo tipo UFS 2.0 con prestazioni ancora migliori rispetto a quelle del Galaxy S7.
In questo caso, molto probabilmente l’espandibilità della memoria potrebbe nuovamente venir meno, ma per giusta causa. Infine, il reparto multimediale dovrebbe essere identico a quello dell’S7.

Non resta che attendere ulteriori notizie.